Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Elezioni, la lettera di Marika Martinelli: “Un patto di consiliatura”

Rosa Marika MartinelliCasal di Principe. Sono Rosa Marika Martinelli, ho 22 anni e sono una studentessa di giurisprudenza. Non mi presento in qualità di candidata perché non faccio parte di nessuna lista scesa in campo alle elezioni amministrative di Casal di Principe del 25 maggio.

Sono qui a mostrare la mia piena disponibilità, fiducia e collaborazione al candidato sindaco Vincenzo Simeone e alla sua squadra. Voglio analizzare i punti del programma di Simeone ed in particolare trattare il tema dei giovani.

E’ inutile rinfangare il passato. Bisogna instaurare forme di collaborazione per poter risolvere le diverse problematiche. Vorrei lanciare un appello a tutti i candidati alla carica di sindaco al fine di elaborare un patto di consiliatura, perché solo con un’amministrazione duratura, indipendentemente da chi venga eletto,e quindi di maggioranza ed opposizione,è possibile mettere in moto la progettualità che possa dare una svolta a questo paese.

Bisogna partire da zero e puntare soprattutto sui giovani. Nelle liste presentate da Vincenzo Simeone ci sono molti giovani e persone alla loro prima esperienza politica per cui ciò che conta non è solo l’esperienza,ma soprattutto la competitività,l’abilità,l’operatività,ma in modo particolare la collaborazione. Purtroppo un problema che attualmente colpisce i giovani, e non solo, è l’occupazione.

E’ vero che si tratta di una problematica di caratura nazionale,ma nel nostro paese è stata avvertita più violento, causa chiusura e fallimento di imprese agricole e commerciali. Lo sviluppo e quindi l’occupazione devono essere ricercati nella valorizzazione delle nostre eccellenze. Abbiamo le migliori maestranze(invidiate da tutta Italia) in campo: edile, agricolo-caseario e dolciario.

Quindi, è opportuno creare un ufficio ove tutti possono richiedere uomini e merci da mettere in rete su tutto il territorio nazionale. Essendo una giovane studentessa avverto al pari degli altri giovani il desiderio di evadere da questa realtà retrograda per potermi realizzare,ma rimango e rimaniamo qui per poter fare qualcosa di nuovo e di utile,ma soprattutto per ricostruire il bene comune.

Bisogna incentivare: lo sport, anche attraverso la riapertura dello stadio e della piscina comunale; la cultura, con la creazione di una biblioteca e di sale multimediali e punti raccolta libri usati; elaborare una politica di pari opportunità,finalizzata a mettere tutti nelle stesse condizioni di fronte alle sfide della vita moderna, superando le discriminazioni sociali,culturali ed economiche. Bisogna difendere il nome di Casal di Principe e dei suoi cittadini affinchè una organizzazione malavitosa non venga accomunata al nome di un Popolo. Si tratta di tematiche affrontate nel programma di Vincenzo Simeone.

Quindi, per la garanzia della convivenza civile è opportuno che tutti esprimano le loro idee ed i rappresentanti diano voce alla gente. I cittadini hanno bisogno di rappresentanti seri, onesti e disponibili. Concludo lanciando un appello: mettiamo insieme ciò che ci unisce e non ciò che ci divide. Noi ci siamo, e voi?”.

Rosa Marika Martinelli

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico