Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Caterino (Alternativa): “Non siamo Baghdad”

Consiglia CaterinoCasal di Principe. “Sul nostro Paese non è esplosa alcuna bomba, non dobbiamo scavare sotto le macerie per sperare di salvare qualcosa dalla devastazione…Casal di Principe non è Baghdad”.

E’ forte il messaggio che lancia Consiglia Caterino, per tutti Lia, candidata al consiglio comunale con la lista “L’Alternativa” a sostegno di Francesco De Angelis sindaco. “Non ho intenzione di fare del cambiamento la bandiera della mia campagna elettorale – spiega – Il nostro è un Paese che va migliorato, perché ha dei problemi e delle criticità, ma ha anche tante cose buone sulle quali bisogna lavorare. Il mio non è uno slogan, ma una considerazione che nasce dall’esperienza personale”.

Caterino fa la differenza con il Nord preso da molti a modello per vivibilità e servizi. “Ho vissuto per un anno al Nord e, poi, ho deciso di ritornare nella mia Casale anche perché queste differenze così marcate che vengono prospettate dai tanti mistificatori che ci sono in giro tra la nostra città e quelle del settentrione, io non le ho trovate. – specifica Caterino – Giusto per fare un esempio, che, però, consente di capire qual è lo stato delle cose, a Casal di Principe ci sono le buche per le strade, al Nord, ci sono le buche per le strade: la differenza è che lì vengono riparate per tempo e qui no. E’ su questo punto che noi dobbiamo intervenire. E’ necessario che i nostri concittadini sviluppino una maggiore coscienza civile che li porti a segnale le buche che sono presenti per le strade per consentire a chi di dovere di intervenire. Alla stessa maniera, è necessario che ci sia un’amministrazione organizzata e attenta a rispondere alle istanze che arrivano dai cittadini. Da qui, la nostra idea di introdurre anche attraverso la creazione di un’app per cellulari, un sistema che consenta un’interazione costante tra amministrazione e popolo di Casal di Principe”.

“L’amore per la mia terra, – continua la candidata – la possibilità di fare, offerta da una squadra affiatata, mi hanno spinto a scendere in campo in prima persona per fare la mia parte non restare a guardare. Casal di Principe ha sempre chiesto che giovani volenterosi e puliti si impegnassero per il Paese. Eccoci. Ho studiato e lavoro per migliorare lo stato delle cose a Casal di Principe. Saremo noi a restituire quella fiducia nelle istituzioni che i cittadini devono avere perché il nostro obiettivo e il nostro stare insieme, non è quello di tutelare interessi personali, ma di puntare a risolvere i problemi di Casale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico