Campania

Prostituzione, sgominata organizzazione di albanesi: 9 indagati

 Caserta. Nove decreti di fermo, per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, emessi dal gip della Procura di Napoli Nord ed eseguiti, tra le province di Napoli e Caserta, dai carabinieri della compagnia di Marcianise e del comando provinciale di Caserta.

A carico degli indagati sono in corso indagini anche in merito al reato di associazione per delinquere finalizzata alla commissione dei reati sopra menzionati.

Le investigazioni, condotte dai carabinieri di Marcianise e incentrate su servizi di intercettazione telefonica, hanno riguardato l’attività di prostituzione ad opera di donne di nazionalità straniera sulle strade dei comuni di Napoli, Marcianise, Orta di Atella, Mondragone e di Castelvolturno.

L’attività investigativa ha evidenziato la capacità dei soggetti, in maggioranza di nazionalità albanese e quasi tutti clandestini, di reclutare e di utilizzare giovani donne come prostitute, riuscendo a trarre beneficio economico dai proventi derivanti dall’illecita attività: i fermati, si adoperavano non solo a trasportare le donne sui luoghi dove si svolgeva l’attività di prostituzione, ma soprattutto a individuare e gestire tali luoghi.

Le indagini hanno documentato, in alcuni casi, contrasti in atto tra le persone fermate e altri gruppi criminali che gestiscono l’attività di prostituzione: in tale contesto sono stati anche posti in essere gravi atti intimidatori, che hanno riguardato uno dei fermati e una prostituta.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico