Campania

Iovine fa ritrovare quattro fucili mitragliatori in un’abitazione

 Caserta. Quattro fucili mitragliatori di fabbricazione asiatica e jugoslava, calibro 7,52, sono stati rinvenuti a Casal di Principe dai carabinieri del comando provinciale di Caserta.

Le armi, con relative munizioni, si trovavano nell’abitazione di Antonio Cioffo, già condannato per associazione mafiosa. Sembra che il ritrovamento sia collegato alle rivelazioni dell’ex boss Antonio Iovine, oggi collaboratore di giustizia.

L’operazione è stata diretta dal comandante provinciale di Caserta, Giancarlo Scafuri, e coordinata dal pm della Dda Antonello Ardituro.

Si tratta del secondo ritrovamento di armi avvenuto grazie alle informazioni dell’ex capoclan dei Casalesi. Il 22 maggio scorso due fucili kalashnikov, perfettamente oliati e funzionanti, due calcioli per lo stesso mitragliatore di fabbricazione russa, e 150 cartucce calibro 7,62, furono trovati racchiusi in un involucro di plastica occultato in un muro perimetrale dell’abitazione di Raffaele Colella, 52 anni, di Casal di Principe, arrestato dai carabinieri del reparto operativo di Caserta per detenzione illegale di armi da guerra.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico