Campania

Caso Scajola, spunta anche la cosentiniana Rosa Criscuolo

 Napoli. Spunta un’altra donna nel caso di Claudio Scajola. Si tratta di un avvocato matrimonialista, lanapoletana Rosa Criscuolo.

La donna, la sera prima dell’arresto dell’ex ministro, ha cenato con lui e avrebbero dormito nello stesso albergo, in camere separate.

La Criscuolo, sentita dagli uomini della Dia, ha raccontato di essere amica di Scajola ammettendo di aver cenato con lui quella sera, all’hotel Imperiale di via Vittorio Veneto. Aperitivo, cena, ma, sottolinea la diretta interessata, “solo per parlare di politica”.

L’avvocatessa partenopa, infatti, sottolinea: “Avevo prenotato per conto mio una camera, lontana da quella di Scajola. Alle 21 mi ha offerto un aperitivo al bar dell’albergo; poi siamo andati a cena in camera sua. Abbiamo deciso così per evitare che qualcuno, vedendoci in un ristorante, montasse una storia. Ci sembrava più opportuno, anche perché così avremmo potuto parlare meglio delle cose politiche che ci stavano a cuore. Il nostro era e resta solo un rapporto politico e me ne guarderei bene”.

La Criscuolo, in passato nelle fila del Pd, una volta “emigrata” nel Pdl è diventata una delle maggiori sostenitrici dell’ex sottosegretario all’Economia Nicola Cosentino, in carcere per la vicenda dei distributori di benzina di famiglia. Dopo l’arresto di quest’ultimo, ha fondato un movimento, iCosentiniani,con tanto di blog ufficiale epagina Facebookin cui definisce l’ex parlamentare di Casal di Principe “un martire della libertà” e in cui trova parole di conforto anche per Scajola, “perseguitato” dalla giustizia.

Il 30 marzo scorso, pochi giorni prima dell’arresto di Cosentino, l’avvocatessa partenopea partecipò allapresentazione del simbolo di Forza Campania, la corrente regionale legata aCosentino, attaccando duramente la compagna di Silvio Berlusconi,Francesca Pascale.

“Non ho una relazione con l’ex ministro, -spiega, categorica, la Criscuolo -potrebbe essere mio nonno. Sa com’è, fino a Cosentino potrei anche arrivare, ma Scajola no, per favore”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico