Aversa

Via Seggio, Castaldo: “Sagliocco si sveglia a dieci giorni dalle Europee”

Antimo CastaldoAversa. “Il nostro è un sindaco privo del comune senso del pudore”. Così Antimo Castaldo, componente del direttivo provinciale del Pd, definisce il primo cittadino di Aversa.

“Perché – spiega – per riportare ordine in via Seggio si ricorda di fare appello alle istituzioni centrali, chiedendo aiuto al ministro dell’interno Alfano, capo del Nuovo Centro Destra, partito a cui ha dichiarato di aderire quando è entrato ufficialmente a far parte, temporaneamente, del Consiglio regionale, per riportare ordine all’interno di via Seggio solo in occasione della campagna elettorale”.

“Il comitato di residenti di via Seggio, del quale faccio parte, sta denunciando da circa due anni – ricorda Castaldo – la grave situazione di illegalità diffusa presente in questa arteria facendo appello a tutte le istituzioni del governo centrale. Ricordo che abbiamo scritto al Presidente della Repubblica, al Presidente della camera, al Prefetto, oltre che al sindaco per chiedere un intervento concreto, destinato a recuperare una situazione che stava per diventare esplosiva e che è esplosa proprio in queste ultime ore con una rapina a mano armata effettuata in una gioielleria”.

“Una rapina compiuta in pieno giorno sotto gli occhi di tanti presenti in un’arteria priva di quelle telecamere che avrebbero dovuto video sorvegliarla”. “Un sistema di controllo della città che – sottolinea l’esponente del Pd – il sindaco ha sbandierato come di imminente realizzazione in una serie di conferenze non facendo seguire alle parole i fatti”.

“Oggi – continua Castaldo – in occasione della imminenza di una competizione elettorale Sagliocco si ricorda di chiedere soccorso ad un esponente di spicco del suo partito, al ministro dell’interno, omettendo di compiere tutti gli atti di sua competenza che comprendono anche il tenere nella dovuta considerazione le segnalazioni, le proteste e le proposte del comitato evidenziando un comportamento indegno di un sindaco qual è strumentalizzare a fini elettorali una situazione della quale ha da tempo perfetta conoscenza”.

“Come cittadino, come avvocato, come componente del direttivo provinciale del Partito Democratico, sono indignato, del comportamento di questo sindaco che anziché di esternare dovrebbe mettere in atto normative regolamentari precise, capaci di tenere insieme commercianti, utenti delle attività di svago e residenti, sollecitando la Polizia municipale ad attivarsi per impedire che i residenti diventino ostaggio della movida, al punto da non poter entrare o uscire dalle loro case e per combattere il triste fenomeno della diffusione della droga circola liberamente all’interno di via Seggio”.

“In quando sindaco Sagliocco – ribadisce Castaldo che è stato candidato alla carica di primo cittadino alle elezioni del 2012 – ha l’obbligo di garantire la sicurezza della città, ma invece di realizzare fatti continua a raccontarne, parlando di legalità in pubbliche manifestazioni come quella tenuta venerdì al liceo Jommelli e in tante altre scuole cittadine senza far seguire alle chiacchiere fatti concreti, salvo strumentalizzare a fini elettorali un fenomeno gravissimo che sta minando non solo via Seggio ma l’immagine dell’intera città”.

“L’illegalità di via Seggio – afferma l’esponente del Pd – si può toccare con mano in ogni momento della giornata. Un esempio per tutti lo registriamo con la presenza di fusti di oli esausti, utilizzati per friggere da tanti locali della zona, lasciarti in strada fin dalle prime ore del pomeriggio in barba alle regole vigenti in materia grazie all’assenza totale di controllo da parte della polizia municipale”.

“Rivolgersi al Alfano a che cosa può servire se non a recuperare qualche voto per al Nuovo Centro Destra o semplicemente a rinsaldare rapporti di amicizia con personaggi influenti del governo centrale? Dopo tante sollecitazioni arrivategli dalla nostro comitato Sagliocco avrebbe dovuto agire e non accorgersi delle problematiche di via Seggio solo a 10 giorni dal voto per le europee”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico