Aversa

Standard comunali, Pandolfi: “Da me nessuna rivendicazione”

Pasquale PandolAversa. “Nessun atteggiamento illogico. Si tratta di un semplice fraintendimento. Ogni discussione è fertile se affrontata con spirito di comprensione con la volontà di capire e farsi capire”.

Inizia con queste parole una nota del consigliere comunale di Sel e presidente della commissione consiliare urbanistica, Pasquale Pandolfi, in risposta a quanto dichiarato qualche giorno fa dal consigliere comunale ex Udc Domenico Palmieri.

“L’articolo apparso sui media il 7 maggio – riprende Pandolfi – è frutto non di un comunicato, ma di una conversazione telefonica in cui mi è stato chiesto, a grandi linee, il contenuto della bozza del regolamento sugli standard comunali, oggetto, in questi giorni, di analisi da parte delle due commissioni urbanistica e patrimonio. Proprio quest’ultima commissione, un anno fa, nell’aprile del 2013, ha presentato il documento sugli standard”.

“Rassicuro il presidente della commissione Patrimonio, Domenico Palmieri, – ed è qui il richiamo diretto – che è lontano dalle mie intenzioni sminuire il lavoro svolto dai componenti la commissione e rivendicarne la paternità. Basterebbe, a tal proposito, ricordarsi che il mio insediamento come presidente della commissione urbanistica è avvenuto solo a gennaio 2014. Infine, aggiungo che, insieme a tutti i componenti della commissione che presiedo, intendo fornire l’opportuno contributo affinché si possa giungere al testo definitivo del regolamento”.

Alla fine l’affondo: “Resto meravigliato solo dal fervore che traspare dal comunicato del 9 maggio perché mi sarei aspettato questa stessa passione nel sollecitare l’approvazione non adesso, ma un anno fa quando è stato presentato il documento. E, invece, la passione e il documento sono rimasti nel cassetto”.

Sull’argomento interviene anche un altro componente della commissione urbanistica Michele Galluccio che ha dichiarato: “Non capisco l’utilità di questa polemica. E’ stato ribadito sia dalla segretaria comunale che dal presidente del consiglio comunale che, trattandosi di materia a cavallo tra due commissioni, sono entrambe competenti. Nessuno, da quanto si capisce dalla lettura delle dichiarazioni di Pandolfi, aveva inteso prendersi dei meriti. Qualcuno farebbe bene a interrogarsi, invece, sui ritardi. Il regolamento sarà frutto di tutto il consiglio comunale una volta approvato. Se, poi, c’è chi muore dalla voglia di mettersi qualche medaglia se la metta pure”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico