Trentola Ducenta

Religione e Libertà, incontro al Pime con il senatore Romano

 Trentola Ducenta. La fattiva collaborazione tra Istituzioni operanti sul territorio ha portato all’organizzazione di un interessante laboratorio di non violenza su “Parole = Pietre d’inciampo”che si aprirà con un incontro sul tema “Religione e Libertà”.

Le Istituzioni coinvolte sono l’Amministrazione comunale di Trentola Ducenta, Cittadinanza Attiva, il Tribunale dei Diritti del Malato presso l’Ospedale Moscati di Aversa, il Liceo Scientifico di Trentola Ducenta e l’Istituto Pime dove venerdì 11, alle ore 18.30, avrà luogo l’incontro con la partecipazione del senatore Lucio Romano.

“Le scuole – ha spiegato Agata Avvedimento, responsabile di Cittadinanza Attiva – costituiscono un terreno fertile su cui far crescere valori e principi sani ed i giovani sono le forze del domani che devono avere consapevolezza dei diritti e dei doveri dei cittadini. E sono proprio gli alunni del Liceo Scientifico di Trentola Ducenta che entusiasticamente hanno preparato interventi e lavori che saranno presentati nel corso dell’incontro. Il laboratorio – continua Avvedimento – ha come incipit ‘Parole = Pietre d’Inciampo’ che ha un significato ben preciso, condiviso e voluto anche dagli alunni del Liceo per evidenziare che si vogliono pronunciare parole forti, che danno fastidio. E non è casuale l’accostamento alle ‘pietre d’inciampo’.Il riferimento è alla creazione di un artista tedesco che ha dedicato una sua opera, fatta con i sanpietrini, a tredici vittime innocenti delle Fosse ardeatine ed in particolare il riferimento è al sanpietrino sporgente dedicato a Don Pappagallo divelto ben tre volte e riposto ultimamente proprio il 24 marzo scorso. Segno evidente del fatto che sia scomodo e che crei fastidio. Ed allora i giovani hanno deciso di usare parole forti che danno fastidio e che riescono ad attirare l’attenzione e che siano capaci di evidenziare le numerose incongruenze e contraddizioni in materia di violenza e di soprusi contenute nelle nostre leggi. Come nel caso dell’infibulazione vietata in Italia dove però vige il diritto alla libertà di religione, con tutte le conseguenze che ne discendono, o nel caso della libertà di aborto con relativa possibilità di obiezione di coscienza che costringe, di fatto, le persone a rivolgersi all’estero o presso studi privati. I giovani, nel corso dell’incontro, potranno rivolgere le domande direttamente al senatore Romano che ha accettato di essere presente al nostro convegno”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico