Trentola Ducenta

Griffo replica a Bottigliero: “Intervento inutile e disinformativo”

 Trentola Ducenta. E’ doverosa una risposta, anche se ci sottrae tempo prezioso, all’intervento inutile e disinformativo del segretario cittadino del Pd, avvocato Paolo Bottigliero, sulla questione relativa alla sede del Giudice di Pace.

Nella vita amministrativa, la cosa più difficile, ed inutilmente dispendiosa di energie ma necessaria per fornire una visione chiara e completa a chi parla senza cognizione di causa, è avere confronti/scontri con chi cerca di accreditarsi solo con falsità e, quasi sempre, senza rendersi conto di quello che dice… o meglio di parlare a vanvera, senza avanzare alcuna proposta, penso non perché incapace, almeno lo spero, ma perché accecato dalla gelosia e dal senso di inferiorità.
Preliminarmente, come l’avvocato Bottigliero dovrebbe ben sapere, va precisato che la sede del Giudice di Pace di Trentola Ducenta è tra quelle soppresse da una legge dello Stato, la numero 156/12. E solo lo Stato ha il potere di decidere in materia di organizzazione delle sedi giudiziarie. Tribunale Napoli nord docet! In ogni caso, se stiamo continuando a parlare di sede del Giudice di Pace è solo perché l’Amministrazione Comunale, sensibile ed attenta alle problematiche del territorio, aveva messo in campo iniziative, serie e propositive, con la delibera numero10 del 27/02/2012, per evitarne la soppressione.
Volere, ad ogni costo, attribuire al Sindaco di Trentola Ducenta il potere di sopprimerla, è una cosa di cui ringrazio Bottigliero, ma che non rientra nelle mie possibilità. Si sbaglia di grosso, poi, se ritiene, e qui devo pensare male,che io abbia determinato la chiusura della sede per il problema, a lui ben noto,delle richieste di risarcimento danni da insidie e trabocchetti;è completamente fuori strada. Infatti, tale problema è già stato risolto con l’iniziativa di contrasto attuata il 06/10/2011, grazie alla quale i costi per il risarcimento danni sono calati da 250.000 euro a circa 7/8 mila euro, e ciò la dice lunga, o dice la verità della nostra battaglia. Trattasi, quindi, di preoccupazione inutile.
La richiamata delibera numero 10 del 27/02/2012 con la quale l’Amministrazione comunale si sarebbe impegnata a sostenere i costi per il funzionamento del Giudice di Pace, oltre a diventare inefficace ed impraticabile rispetto alla legge 156/12, sarebbe anche molto onerosa per il comune a fronte delle successive leggi sulla spending review che hanno tagliano nettamente i contributi agli Enti locali.
Il colmo dei colmi è stato raggiunto quando, da neofita della politica e delle nozioni della gestione amministrativa, l’avvocato si è avventurato nell’affermare che i costi per il personale comunale distaccato presso il Giudice di Pace gravano comunque sulle casse comunali e, quindi, tale personale può essere impegnato nella sede giudiziaria in questione. All’avvocato non è noto, forse, che il personale fornito dall’Amministrazione comunale era solo di supporto a quello ministeriale che è stato completamente eliminato per cui oggi non potrebbe essere distaccato un Lsu ma del personale almeno di livello impiegatizio e che il comune non può pagare dipendenti che, poi, impegna presso altri uffici senza incorrere nel rigore della Corte dei Conti.
Caro avvocato, secondo te è possibile pagare un dipendente comunale e distaccarlo presso un ufficio non comunale? Mandami sentenze o disposizioni legislative in materia. Con la tua logica, allora, si potrebbero pagare dipendenti comunali e distaccarli presso studi professionali. Quindi, altro che soli costi per manutenzione e utenze!
A conferma dell’attenzione e della responsabilità con cui tratta la problematica, l’Amministrazione Comunale ha iniziato un percorso di confronto con la parte forense attenta, sensibile e responsabile, anche alla luce dei possibili sviluppi derivanti dalle determinazioni dettate dal Ministro della Giustizia con il Decreto del 7 marzo 2014 in materia di ridefinizione delle sedi dei Giudici di Pace e attualmente nella fase dei controlli di legittimità, un decreto di cui penso l’avvocato sia sicuramente a conoscenza,come pure non sarà trascurato un confronto con i sindaci dei comuni serviti alla sede del Giudice di Pace sempre per salvaguardarla.
Dunque, l’intervento dell’amico Bottigliero, alla luce di quanto detto, è solo un intervento di bassa speculazione politica e va nella solita direzione di denigrare e parlare senza proporre un bel niente o meglio di intervenire solo quando vengono toccati interessi di parte, personali o corporativi e mai per interessi collettivi.
Al fine di offrire all’amico Bottigliero una buona occasione per intervenire su problematiche di interesse generale e della collettività e non di carattere professionale o per interessi di parte, nonché per metterlo a conoscenza dell’attività amministrativa svolta da due anni a questa parte, lo invito, con diritto di parola,alla riunione del Consiglio comunale del 15 aprile alle ore 20, che, tra l’altro, ha all’ordine del giorno il Bilancio di previsione 2014 e il Conto consuntivo 2013, dal quale potrà prendere atto del lavoro svolto dall’Amministrazione comunale in questi due anni. Infatti, verrà a conoscenza che l’Amministrazione comunale continuerà a ridurre tasse e tariffe, tra cui l’ex Imu prima casa fissata dal governo al 2,50 per mille e ridotta dall’Amministrazione comunale al 2,30 per mille, con la Tares tra le più basse della Campania e con il rispetto del patto di stabilità.Questo è garantire i cittadini e non studi professionali o corporazioni.
Sul cimitero di Ducenta dirò solo che l’Amministrazione comunale ha dovuto revocare l’affidamento di un project financing, affidato quando in maggioranza c’era il Pd ed in Giunta aveva propri assessori. L’avvocato, poi, nel poco accorto commento parla di “riscatto” e “rilancio”, ma è veramente a conoscenza dei problemi risolti. Per rinfrescargli la memoria ne ricordiamo solo qualcuno: Raccolta differenziata al 75%; Unico comune ad aver bonificato siti (3) inquinati del proprio territorio; Paese liberato dai rifiuti con servizio di rimozione e ramazza giornaliero; Tassa sui rifiuti tra le più basse della Campania; 5Risolto, come già menzionato, il problema del Cimitero di Ducenta, nonostante i problemi creati dal Pd; Rifacimento via De Nicola (sede stradale e pubblica illuminazione); Rifacimento via Roma – Ducenta (lavori già appaltati); Rifacimento via IV Novembre – via Marconi (in appalto presso Stazione appaltante); Rifacimento totale rete fognaria, pubblica illuminazione e marciapiedi di via Circumvallazione (Appalto presso Stazione appaltante); Rifacimento stradale di via Manzoni, via Petrarca, via Plinio; Lavori appaltati per via Caracas, via Santa Monica, via Verna, via Bologna, tratto di via Pietà, via De Rubeis, via Martino zona Cimitero; Lavori in appalto traversa di via Cottolengo – via Olmi; Prolungamento della pubblica illuminazione via Larga Bovaro; Costruzione loculi Cimitero di Trentola.
Mi preme ricordare che l’Amministrazione comunale non ha trascurato interventi per migliorare la vivibilità dei cittadini come la metanizzazione gratuita di aree della città non ancora raggiunte dalla rete e la contestuale riduzione dei costi di allacciamento della stessa dai 658,30 euro del costo normalmente praticato a 224,00, la costruzione di un parcheggio nell’area antistante il Poliambulatorio, l’abbattimento della cabina dell’Enel nei pressi della scuola media, la realizzazione di un campo di calcetto a Ducenta e di un altro in via Larga
Quando un’Amministrazione riesce a porre in essere provvedimenti per la sicurezza dei cittadini (impianti di video sorveglianza), la riduzione delle tasse, un servizio di igiene urbana efficiente, l’attenzione per le problematiche ambientali nonché interventi nel campo sociale, come il finanziamento di un centro polivalente, credo che abbia operato con impegno e serietà.
Caro segretario del Pd, l’Amministrazione comunale di Trentola Ducenta, ha anche adottato il Puc, primo comune in Campania, e ti sfido a dimostrare che è stato operato qualche favoritismo o speculazione, un Puc che porterà sicuramente sviluppo ed occupazione, come si è riscontrato nella proficua riunione del 24 marzo scorso durante la quale diversi imprenditori si sono dichiarati pronti ad investire sul nostro territorio; ma tu, caro avvocato, pur invitato eri assente.Se questo è il modo di affrontare i problemi della città…
Constatata la tua lontananza dai problemi della città, ritengo doveroso informarti che abbiamo affrontato anche problemi come quello della riattivazione dell’Ufficio Sanitario nella sede dell’Agenzia complessa dell’Inps di Aversa, delle problematiche ambientali delle nostre zone con la presenza dell’assessore regionale Nugnes e delle associazioni di categoria, il problema dei costi delle assicurazioni. E potrei continuare ancora.
Il sindaco Michele Griffo

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico