Trentola Ducenta

Giudice di Pace, Griffo: “In caso di soppressione sara’ ad uso pubblico”

 Trentola Ducenta. L’intervento dell’avvocato Paolo Bottigliero, segretario cittadino del Pd, purtroppo, ancora una volta, mi costringe ad intervenire in relazione alla vicenda del Giudice di Pace …

… per chiarire le motivazioni della decisione dell’amministrazione comunale nonostante siano state ampiamente chiarite appena qualche giorno fa con la nota inviata alla stampa il 2 aprile scorso.

Comunque, ripeto ancora una volta che:

1) la sede del Giudice di Pace di Trentola Ducenta è stata soppressa con la legge dello Stato n. 156 del 7 settembre 2012, provvedimento successivo alla delibera del Consiglio comunale del 27 febbraio 2012, che ha confermato, dunque, la volontà del Governo centrale di sopprimere la sede, nonostante gli sforzi dell’Amministrazione comunale;

2) con la delibera del 27 febbraio 2014, l’Amministrazione comunale, tra le altre cose, deliberava “la disponibilità ad accollarsi le spese di gestione della struttura esistente dell’Ufficio del Giudice di Pace di Trentola Ducenta, con l’unica eccezione delle spese del personale amministrativo e magistratura onoraria…” come riportato letteralmente in delibera;

3) il Ministero ha provveduto a trasferire in altri Uffici giudiziari i 5 (cinque) dipendenti ministeriali in servizio presso il Giudice di Pace di Trentola Ducenta, come riscontrabile nella nota del Giudice di Pace 34/2014, rendendo, anche inadeguato il personale LSU, fornito dall’Amministrazione comunale che, è bene chiarire, era solo di supporto a quello ministeriale. Sarebbe impensabile, oltre che soggetto ad intervento da parte della Corte dei Conti, trasferire presso la sede del Giudice di Pace personale impiegatizio del Comune;

4) i trasferimenti statali a favore dei comuni, anche successivamente alla delibera n.10 del febbraio 2012 e successive, a seguito delle leggi per il contenimento della spesa pubblica, la cosiddetta spending review, sono stati drasticamente ridotti e naturalmente anche i trasferimenti a favore del comune di Trentola Ducenta ha subito un taglio di oltre i due terzi;

5) risulta, quindi, di un’evidenza lampante che sarebbe da irresponsabili far gravare sui cittadini una spesa di oltre 200.000 euro per un interesse di parte, corporativo o solo a favore della classe forense e comunque per un Ufficio già soppresso.

Per quanto riguarda l’incontro sul Puc, posso assicurare che il segretario Bottigliero è stato regolarmente invitato. Tuttavia, trattandosi di un’iniziativa di interesse pubblico, in cui si discuteva della crescita e dello sviluppo economico della città, sono stati affissi numerosi manifesti che annunciavano l’evento, per cui volendo l’avvocato avrebbe comunque potuto partecipare.

Rinnovo l’invito all’avvocato Bottigliero a partecipare al Consiglio comunale del 15 aprile, alle ore 20, che, tra l’altro, ha all’ordine del giorno il Bilancio di previsione 2014 e il Conto consuntivo 2013, seduta, quindi, in cui si tratteranno importanti tematiche di interesse collettivo, tra cui la riduzione di tasse e tariffe a carico dei cittadini: ex Imu, Tares etc.
La casa comunale è sempre aperta e l’amministrazione comunale disponibile al confronto ed al dialogo sulle problematiche cittadine. In merito ad iniziative e consigli comunali aperti cui l’avvocato fa riferimento, possono essere invocati quando si partecipa attivamente alla vita amministrativa e non per fare inutili passerelle.Il nostro tempo preferiamo impiegarlo nella ricerca di soluzioni alle problematiche serie della città.

È doveroso sottolineare, poi, che questa amministrazione comunale è in grado di risolvere problematiche vecchie come quella di via Enrico De Nicola e del Cimitero di Ducenta, per il quale ha dovuto revocare l’affidamento di un project financing, assegnato quando in maggioranza c’era il Pd, come è in grado di affrontare e risolvere innumerevoli problematiche nuove come la raccolta differenziata, portata a livelli record del 75%, la riduzione al minimo della Tarsu, la riqualificazione della rete fognaria di via Circumvallazione, il rifacimento di via Roma, via IV Novembre e via Marconi, tutte opere già finanziate e in appalto presso la Stazione Unica Applatante. Poiché l’elenco delle cose fatte sarebbe lunghissimo invitiamo l’avvocato Bottigliero a rileggersi con attenzione il comunicato del 2 aprile scorso.

Come già detto nella nota del 2 aprile, quando un’amministrazione riesce a porre in essere provvedimenti per la sicurezza dei cittadini (impianti di video sorveglianza), la riduzione delle tasse, un servizio di igiene urbana efficiente, l’attenzione per le problematiche ambientali nonché interventi nel campo sociale, come il finanziamento di un centro polivalente, credo che abbia operato con impegno e serietà.

Sento di poter assicurare, comunque, che l’amministrazione comunale, nel caso lo Stato dovesse confermare la soppressione della sede del Giudice di Pace, destinerà l’immobile ad un uso di pubblica utilità, quale può essere la sede di un istituto scolastico, quindi per finalità di carattere collettivo e non di parte o professionali. Spero che la questione sia sufficientemente chiara, comunque non ritornerò più sull’argomento.

Il sindaco Michele Griffo

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico