Teano - Vairano Patenora - Caianello - Pietravairano - Riardo

Vairano, fermati due ladri d’appartamento

 Vairano Patenora (Caserta). A Vairano Patenora, frazione Scalo, i carabinieri della stazione di Vairano Scalo hanno proceduto al fermo di indiziato di delitto, per rapina impropria in abitazione, nei confronti di Ivanciu Cociu, 40 anni, e Petrica Enciu, 32 anni, entrambi rumeni, residenti a Villa Literno.

I due, nel corso della notte, hanno forzato una finestra al piano terra di un’abitazione nel comune di Pietravairano e, dopo essersi ivi introdotti, hanno iniziato a frugare nelle varie stanze. In quel momento in casa vi era il proprietario, un 62enne pensionato con la moglie, la figlia ed il genero, che svegliati dai rumori e resisi conto della situazione hanno tentato di bloccare i ladri strappandogli dalle mani una borsa di cui già si erano impossessati.

Al termine della concitata colluttazione, nel corso della quale lasciavano cadere la refurtiva, i malviventi sono riusciti a guadagnare la fuga scappando a bordo di un’autovettura berlina di colore grigio, non meglio indicata. L’immediato sopralluogo eseguito dai carabinieri consentiva di raccogliere elementi utili quali la descrizione dei soggetti, il fatto che avessero un accento straniero ed il colore dell’autovettura utilizzata per la fuga, elementi questi (colore carrozzeria e nazionalità straniera degli occupanti) che, guarda caso, coincidevano con analoga vettura controllata, alcune ore prima, da una pattuglia dei carabinieri nei pressi della strada statale 6 “Casilina”, località Valdassano.

L’incessante attività di ricerca, posta in essere dal personale dell’Arma, ha permesso di rintracciare i predetti che si erano rifugiati nei pressi di un casolare in Grazzanise dove è stata trovata anche l’autovettura, una Alfa Romeo 156, sequestrata.

I fermati, sottoposti ad individuazione di persona sono stati entrambi riconosciuti, senza ombra dubbio, dalle vittime, tutte illese ad eccezione del genero del proprietario di casa che ha riportato un trauma contusivo al ginocchio e gomito destro e giudicato guaribile in cinque giorni. I fermati, sono stati associati alla casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico