Sant’Arpino

Campo sportivo, l’Olimpia: “Ecco i motivi della sospensione”

 Sant’Arpino. In una nota l’associazione sportiva “Olimpia Sant’Arpino”, spiega i motivi della sospensione dell’utilizzo della struttura comunale “Ludi Atellani”.

Riceviamo e pubblichiamo:

Premesso che nella stagione sportiva 2011/2012, a seguito della concessione, da parte del Comune di Sant’Arpino, della gestione della Struttura Sportiva “Ludi Atellani” all’Asd Città di Sant’Arpino, per la durata di un anno, dietro versamento di euro 500 mensili;

Premesso che la suddetta Società ha negato all’Asd Olimpia Sant’Arpino la possibilità di poter svolgere la propria attività di Scuola calcio presso la Struttura stessa, costringendola ad emigrare, dopo più di 20 anni, verso altri lidi, ma concedendola ad altre Società non locali, dietro versamento di quote mensili;

l’Asd Olimpia Sant’arpino,

nel Luglio 2013, essendo venuta a conoscenza che l’A.S.D. Città di Sant’Arpino e la Soccer International Goal (Società satellite di quest’ultima) avevano presentato richiesta di affidamento provvisorio della Struttura Sportiva Comunale, dietro offerta di versamento di un canone di 1000 euro mensili alle casse comunali, ha presentato anch’essa richiesta offrendo 1100 euro mensili, onde evitare di essere di nuovo estromessa dall’utilizzo dell’Impianto Sportivo,

Con questa iniziativa l’A.S.D. Olimpia Sant’Arpino pensava che, viste le richieste, il Comune poteva non dare a nessuna delle Società la gestione, o quanto meno valutare bene a quale Società affidarla.

Con delibera n. 102 del 01.08.2013 e determina n. 61 del 02.09.2013, il Comune di Sant’Arpino, motivando la scelta con il criterio di alternatività fra le Società locali, affidava la gestione del Complesso Sportivo Comunale “Ludi Atellani” fino al 31.08.2014 all’A.S.D. Olimpia Sant’Arpino, che aveva l’onere di assicurare l’uso paritario della struttura a tutte le Società locali che operavano nel settore calcistico e di limitare il concorso spese mensile di euro 1100, da versare alle casse comunali, attraverso quote proporzionali allo spazio/tempo concesso alle Società utilizzatrici.

Le Società utilizzatrici sono risultate l’Olimpia Sant’Arpino e la Città di Sant’Arpino (nel frattempo della Soccer International goal non si sono avute più notizie) con un concorso spese mensile rispettivamente di euro 350 e di euro 750 escluso il rimborso spese da destinare all’addetto alle pulizie e alla tracciatura del campo, che, però, ogni Società poteva liberamente individuare .

Purtroppo da questo momento iniziava la guerra dell’A.S.D. Città di Sant’Arpino all’A.S.D. Olimpia Sant’Arpino:

18.09.2013 –Veniva rispedita al mittente una racc. postale inviata al giusto indirizzo(via 1° Maggio)
nella quale veniva comunicata la somma di euro 750 mensili da versare.
N.B- l’Olimpia Sant’Arpino ha ricevuto,in data 21.03.2014, una racc. postale dalla Cit-
tà di Sant’Arpino dalla quale si evince che l’indirizzo è appunto quello di via 1° Mag-
gio-Sant’Arpino.

11.11.2013-Veniva di nuovo rispedita al mittente una racc. postale inviata al giusto indirizzo di ri-
chiesta versamento quote Settembre-Ottobre-Novembre 2013.

28.11.2013-Veniva recapitata al Gestore un assegno di euro 1100 (millecento) intestato allo stesso e
non all’A.S.D.Olimpia Sant’Arpino,come sarebbe dovuto essere, invece di euro 2.250

(duemiladuecentocinquanta) dovuti.

05.12.2013-Veniva inviato, da parte del responsabile Area Sport, avv. Compagnone, un sollecito di
pagamento del canone pattuito all’art.3 della convenzione, attraverso una racc. postale.

30.12.2013-Venivano versate due quote (euro 2200) ,dal Gestore al Comune di Sant’Arpino, attraver-
so bonifico bancario.

12.01.2014-Veniva affisso alla bacheca della Struttura sportiva (inutili si sono rivelate le racc. post.)
un avviso indirizzato all’A.S.D. Città di Sant’Arpino di sospensione, dal 16.01.2014,
dall’utilizzo della Struttura Sportiva.
14.01.2014- Veniva richiesto un intervento, da parte dell’Olimpia Sant’Arpino, al Sindaco, all’Asses-
sore allo Sport e al Responsabile del Servizio Istruzione, Cultura e Sport, presso la Città
Sant’Arpino per il pagamento del dovuto (prot. 293/2014).

15.01.2014 –Veniva fatta una richiesta telefonica da parte dell’Assessore allo Sport e del Sindaco
F.F. di sospensione del suddetto provvedimento, in quanto era in atto una mediazione.

16.01.2014- L’A.S.D. Olimpia Sant’Arpino presentava richiesta di chiarimenti (prot. 390/2014)
al Sindaco, all’Assessore allo Sport e al Responsabile del Servizio Istruzione, Cultura e
Sport sui provvedimenti che il Gestore poteva o doveva prendere nel caso che la sud-
detta mediazione non fosse andata in porto.

20.01.2014- Veniva organizzata dal Sindaco F.F. una riunione presso la casa Comunale alla quale
partecipavano anche l’Assessore allo Sport, il Gestore della Struttura ed il Presidente
dell’A.S.D. Città di Sant’Arpino, accompagnato da quattro suoi collaboratori, per dis-
cutere della situazione creatasi, con il risultato di promesse varie, ma senza raggiungere
alcunché di concreto.

21.01.2014-Riscontro richiesta chiarimenti (prot.487/2014) da parte del Responsabile del Settore
Istruzione, Cultura e Sport, avv. Compagnone, nel quale si ribadiva il rispetto del corre-
lato obbligo, da parte dei soggetti “terzi” fruitori della Struttura comunale, di concorrere
alle spese mensili, e che tali Associazioni “debbano rispettare l’obbligo di corrispon-
dere tale quota mensile al gestore e che, in difetto, possa loro essere precluso l’uso

della Struttura medesima”.

24.02.2014-Comunicazione(prot.1564/2014) al Sindaco F.F. e all’Assessore allo Sport, da parte del
Gestore, del versamento delle quote spettanti all’Olimpia Sant’Arpino, ma non quelle di
competenza della Città di Sant’Arpino, in quanto si stava continuando a concedere l’uti-
lizzo della Struttura Sportiva a quest’ultima Società a seguito di continue e infruttuose
mediazioni.

13:03.2014- Nuova comunicazione di sospensione, a partire dal 17.03.2014, dell’utilizzo della Strut-
tura Sportiva all’A.S.D. Città di Sant’Arpino, indirizzata al Comune (prot.2149/2014) e
alla suddetta Società (affissa alla bacheca Struttura Sportiva).

17.03.2014-Nuova richiesta telefonica, da parte del Comune, di proroga (7 gg.) da concedere alla Cit-
tà di Sant’Arpino, a seguito intervento del sig.Sarnataro, dirigente della suddetta Società.

20.03.2014-Versamento, da parte del Gestore, di una nuova quota di euro 1100 al Comune, attraverso
bonifico bancario.

24.03.2014-Incontro, presso la Struttura Sportiva, del Gestore con il sig.Sarnataro, al quale veniva
richiesto, onde evitare la chiusura del campo alla Città di Sant’Arpino a partire dal Gio-
vedi 27.03.2014, il versamento del dovuto,o in alternativa, per ottenere un’ultima proro-
ga, una richiesta scritta di proroga da parte del Comune (e non più telefonica).

26.03.2014-Informazione telefonica della decisione presa dal Comune da parte del Gestore, che
veniva a conoscenza dell’indisponibilità dello Stesso di inoltrare una richiesta ufficiale;
pertanto si decretava la sospensione dell’utilizzo della Struttura Sportiva all’A.S.D.
Città di Sant’Arpino.
Nel pomeriggio incontro tra il Gestore ed il Sig. Sarnataro, al quale veniva comunicata
la decisione presa,visto il fallimento di tutte le trattative.
27.03.2014-Chiusura della Struttura Sportiva alla Città di Sant’Arpino.
28.03.2014-Occupazione della metà campo del campo di calciotto da parte di circa 20 piccoli cal-
ciatori della Scuola Calcio della Città di Sant’Arpino,pur essendo stato affisso al cancello il divieto d’ingresso, fatto sparire da ignoti.

Nel piazzale interno alla Struttura si radunavano un nutrito gruppo di genitori dei sud-
detti calciatori, che invece di chiedere spiegazioni al proprio Presidente, per la situazio-
ne creatasi, inveivano con offese rivolte al Presidente dell’Olimpia Sant’Arpino, che era
costretto a recarsi dai Carabinieri per evitare il precipitare della situazione. Dopo circa
un’ora i suddetti ritiravano i propri figli dal campo e andavano via.
Testimoni di quanto accaduto erano l’Assessore allo Sport e diversi Vigili Urbani.
30.04.2014-Preso atto della impossibilità a disputare a Sant’Arpino la gara del campionato di Pro-
mozione contro l’Ortese, l’A.S.D. Città di Sant’Arpino trasferisce la suddetta a Villa
Literno.
02.04.2014-L’Amministrazione Comunale distribuisce volantini all’esterno della Struttura ai geni-
tori dei bambini della Scuola calcio dell’A.S.D. Città di Sant’Arpino, ribadendo la cor-
rettezza dell’affidamento della Gestione della Struttura e del comportamento del Presi-
dente dell’A.S.D. Olimpia Sant’Arpino, gestore della stessa.

Naturalmente tutto quanto dichiarato nel presente comunicato è documentabile!

Quanto durera’ questa brutta storia non e’ dato sapere. Molte persone, non al corrente dei fatti, si sono schierate dalla parte sbagliata, facendosi strumentalizzare ingenuamente. E’ mai possibile che il presidente di una societa’ di calcio debba accollarsi le spese di campo di un’altra societa’? Dove e quando si e’ vista una cosa del genere? Si capisce oppure no che le quote che l’A.s.d. Citta’ di Sant’Arpino non ha ancora versato al gestore della struttura sportiva comunale vanno sottratte alle casse comunali? Che tristezza!

Il Presidente dell’Olimpia Sant’Arpino
Gestore della Struttura Sportiva
“Ludi Atellani”
dott. Orazio Vitale

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Napoli, sequestrata fabbrica illegale di abbigliamento sportivo: 3 arresti - https://t.co/eGmDv3z4et

Gricignano, la commercialista Giusy Affinito candidata di “Si Può Fare” https://t.co/UHQxTK4TcW

Gricignano, la commercialista Giusy Affinito candidata di "Si Può Fare" - https://t.co/paj1XJKJKP

San Tammaro, 4mila pacchetti di sigarette nascosti in auto: 2 arresti https://t.co/T09Rjpf4Kj

Condividi con un amico