Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Vertenza Jabil, Consoli convoca azienda e sindaci in audizione

 Marcianise. “Si è fatto il punto della situazione, in virtù dei 440 esuberi annunciati da parte dell’azienda, a fronte delle 750 unità attualmente impiegate, ed è arrivata la conferma che l’assessore al Lavoro, Severino Nappi, sarà presenteal tavolo interministeriale che si terrà il 16 maggio prossimo a Roma”.

Lavertenza Jabil approda in Terza Commissione Consiliare in Consiglio Regionaledella Campania, su iniziativa del vice presidente, Angelo Consoli. Che, in audizione, ha invitato un rappresentante della proprietà, le organizzazioni sindacali ed il primo cittadino di Marcianise, Antonio De Angelis.

Un invito, quello di Consoli, al quale hanno risposto tutti, con l’obiettivo comune di trovare una soluzione alla delicata problematica. “E’necessario – sottolinea l’onorevole Consoli – che forze politiche, istituzionali e sindacali facciano fronte comune, al fine di scongiurare taleevenienza drammatica che arrecherebbe un danno enorme al nostro territorio”.

Tra l’altro, in un territorio, qual è quello casertano, dove la crisi èavvertita più che altrove, i “tagli” alla Jabil contribuirebbero a mettereulteriormente in ginocchio l’economia locale, considerando anche leripercussioni sull’indotto. “Il piano presentato dall’azienda – rincara la doseil consigliere regionale – non è affatto condivisibile, né per la parteriguardante gli investimenti per l’innovazione, né per la parte dell’ulterioresacrificio che viene chiesto ai lavoratori, in merito al ridimensionamentodegli stipendi”.

Aspetti, questi, che saranno meglio approfonditi durante ilavori del Tavolo Interministeriale, convocato per il 16 maggio prossimo a Roma, presso la sede del Ministero dello Sviluppo Economico, al qualeparteciperà, in rappresentanza della Regione Campania, l’assessore Nappi.

“Sarà questa l’occasione – conclude l’onorevole Consoli – perillustrare le iniziative che la Regione ha intrapreso e intende intraprendereper tutelare le attività produttive presenti sul nostro territorio e persensibilizzare il Governo Centrale ad incentivare una politica di facilitazionefiscale per le imprese, in modo da aumentare la competitività dei prodotti, riducendone al contempo i prezzi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico