Caserta

Morte Taricone, ex suocero chiede di riaprire il caso: “Archiviato in fretta”

 Caserta. “Penso spesso a quel ragazzo con tanta energia e da quel giorno non mi do pace. L’incidente è stato archiviato troppo in fretta. Non si sa niente”.

Il generale Zenon Smutniak, intervistato dal settimanale DiPiù, non dimentica la tragedia che colpì la sua famiglia, la morte di Pietro Taricone, compagno della figlia Kasia, e padre della nipote Sophie.

Taricone morì il 29 giugno 2010: si dilettava di lanci col paradacute ma quell’infausto giorno il paracadute non si aprì e Pietro si schiantò al suolo.”Quel giorno del maledetto incidente con il paracadute me lo ricordo ancora e non so farmene una ragione. Troppe domande”, dice il generale.

Pietro Taricone sarà ricordato come la unica vera “star” uscita dalla casa del Grande Fratello: cresciuto tra Frosinone e Caserta (frequentò il liceo “Diaz” di Caserta insieme a Roberto Saviano), fu il grande protagonista della prima edizione con i suoi modi spontanei e la sua parlantina conquistò il pubblico italiano. Non vinse il Gf, arrivò terzo, ma fu il trampolino di lancio per una proficua carriera di attore: partecipò, infatti, nel corso degli anni a numerosi film e fiction, come “Distretto di polizia”, “Radio West”, “Ricordati di me”, “La nuova squadra” e “Tutti pazzi per amore”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico