Caserta

Blitz contro indipendentisti veneti: c’e’ anche titolare Hotel Cavalieri

 Caserta. C’è anche Roberto Bernardelli, 65 anni, proprietario dell’Hotel dei Cavalieri di Caserta, in piazza Vanvitelli, tra gli indagati nell’inchiesta che all’alba di mercoledì ha portato a decine di arresti, da parte dei carabinieri del Ros, …

… contro un gruppo pseudo-politico veneto, accusato di aver messo in atto varie iniziative, anche violente, per raggiungere l’obiettivo: la secessione dall’Italia. Assessore a Milano, poi parlamentare leghista, consigliere regionale in Lombardia, candidato presidente della Provincia appoggiato da Lega Padana Lombardia, No euro e Fronte cristiano, ma anche imprenditore nel settore alberghiero.

C’è tutto questo nel curriculum di Bernardelli. All’inizio degli anni Novanta, è stato assessore ai Servizi sociali delle giunte di Paolo Pillitteri e, subito dopo in piena Mani pulite, del migliorista Giampiero Borghini, in quota Pensionati. Nel 1992 è passato alla Lega Nord. Due anni dopo con il Carroccio è stato eletto in parlamento. Poi è entrato in consiglio comunale come capogruppo del partito di Bossi e, nel 2000, è stato candidato ed eletto in consiglio regionale. L’idillio con la Lega è durato poco. Nel 2001 ha lasciato il partito per riprendere “il sogno originario dell’autonomia”.

Nel 2004 si è candidato a presidente della Provincia, ottenendo meno del 2% dei voti. Da allora ha continuato l’impegno politico ed è nel 2011 fra i fondatori del movimento indipendentista ‘Unione padana‘, che poi nel maggio 2013 è confluito in ‘Indipendenza lombarda’. Della sua famiglia sono fra l’altro l’Hotel dei Cavalieri, nel centro di Milano, e l’Hotel dei Cavalieri di Caserta e, nel settore della sanità, la Clinica San Carlo, una struttura ospedaliera di Paderno Dugnano e della residenza per anziani Emilio Bernardelli, sempre nella stessa cittadina del milanese.

Nelle iniziative documentate dall’indagine anche la trasformazione di un trattore agricolo in una sorta dicarro armatocon un cannoncino da 12 millimetri perfettamente funzionante. Il veicolo sarebbe servito per compiere un’azione eclatante aVeneziainpiazza San Marco. Il mezzo è stato sequestrato aCasale di Scodosianel padovano, il comune che, a quando si apprende, sarebbe stata la “base” del gruppo.Nel corso dell’indagine, che vede indagate 51 persone in tutto, sono state effettuate 33 perquisizioni.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico