Casaluce

Pagano: “Primo punto Legalità e Giustizia”

 Casaluce. “Il Comune di Casaluce in questi cinque anni di amministrazione ha operato concretamente contro la criminalità organizzata e continuerà anche in futuro, con l’impegno fatto di misure concrete e di promozione della cultura della legalità”.

Il sindaco Nazzaro Pagano, candidato alle elezioni amministrative del 25 maggio con la lista civica “Movimento civico per Casaluce”, presenta il primo punto del suo programma elettorale: “Legalità e giustizia”.

“Nel nostro territorio la sicurezza e la legalità sono problemi pressanti. Uno degli obiettivi del Movimento civico per Casaluce – ha affermato il capo dell’esecutivo Pagano – sarà quello di aumentare, con ogni mezzo a nostra disposizione, le condizioni di sicurezza del paese favorendo l’aumento della vivibilità cittadina”.

Nel programma che sarà presentato alla popolazione nel corso di questo mese che divide la presentazione delle liste in Comune al voto di fine maggio ci saranno interventi che possano garantire maggiore legalità sul territorio: “Ci impegneremo a potenziare, attraverso Fondi regionali, il servizio di Protezione Civile e lo stesso faremo per l’organico della Polizia Locale – ha continuato Pagano -, con la garanzia di una maggiore presenza sul territorio. La Municipale agisce già in sinergia con i Comuni limitrofi in virtù di una convenzione stipulata dalla nostra amministrazione”.

E per garantire una lotta concreta ad ogni forma di criminalità il “Movimento civico per Casaluce” ha intenzione di “potenziare il sistema di video-sorverglianza”. E quindi l’idea originale di “allestire una sezione sul sito istituzionale, dedicata alle segnalazioni riguardanti atti vandalici, azioni illegali e criminose ed ogni forma di degrado. L’amministrazione comunale si impegnerà, inoltre, a garantire una vigilanza continua sugli atti amministrativi, che dovranno essere sempre rispettosi dei principi di trasparenza e legalità. Sarà contrastata ogni forma di abuso e denunciate tutte le forme di illegalità e illegittimità che dovessero verificarsi sia all’interno che all’esterno dell’amministrazione. Noi del Mcpc riteniamo che il rispetto delle regole costituisca il fondamento della democrazia e della convivenza civile”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico