Napoli Prov.

Rapine a supermercati tra Napoli e Caserta, 4 arresti

 Caserta.Quattro persone sono state sottoposte a fermo dai carabinieri per due rapine a danno di supermercati di Sant’Arpino e Sant’Antimo compiute lo scorso 18 marzo e di un’altra rapina ad un negozio gestito da cinesi, a Sant’Antimo, lo scorso 5 marzo.

Si tratta di: Giuseppe Petito, 27 anni, di Sant’Antimo; Vincenzo Schiavariello, 25, di Melito; Emanuele Mele Rocco, 19, di Melito; Pasquale Grimaldi, 40, di Melito.

Le indagini, coordinate dal dottor Giovanni Corona della Procura di Napoli Nord, e condotte dai carabinieri della compagnia di Marcianise, agli ordini del capitano Nunzio Carbone, e della stazione di Sant’Arpino, hanno ricostruito nel dettaglio i singoli eventi grazie alla visione e l’analisi dei filmati estratti dalle telecamere di videosorveglianza dei negozi.

Vagliati i minimi particolari e ciò ha consentito di ottenere utili elementi per la individuazione dei responsabili e la localizzazione del veicolo utilizzato per la commissione delle rapine. Tutte le catture sono avvenute tra la zona 167 di Melito di Napoli e Sant’Antimo, nel Napoletano.

Tra gli indagati, Grimaldi, avuta notizia del fermo dei complici, ha cercato di sottrarsi alle ricerche rendendosi irreperibile, ma nell’arco delle successive 24 ore è stato rintracciato e bloccato. Un altro degli indagati, invece, raggiunto all’interno dell’abitazione, veniva sorpreso con la replica di una pistola nella cintola del pantalone. Alla domanda dei militari in merito al possesso dell’arma riferiva che la utilizzava generalmente solo per giocarci con il figlio di due anni.

VIDEO

Dalla visione dei filmati si appurava che l’arma in questione era stata utilizzata per la commissione dei fatti criminosi. I quattro sono stati condotti nel carcere di Napoli-Poggioreale dove la competente autorità giudiziaria, concordando con le risultanze investigative raccolte dai carabinieri, ha confermato, per tre la permanenza nell’istituto penitenziario, mentre per il quarto gli arresti domiciliari.

Salgono a 10 le operazioni con cui i militari della compagnia di Marcianise hanno sgominato bande dedite a rapine a esercizi pubblici, nell’ambito di un piano di prevenzione e contrasto articolato in due fasi: la prima, quella preventiva, attuata attraverso la dislocazione di pattuglie in punti strategici del territorio per un’azione di controllo nell’arco delle 24 ore; la seconda fase, quella repressiva, attuata attraverso l’attività investigativa svolta dal nucleo operativo e radiomobile ed il ricorso ad attività tecniche.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico