Aversa

Piu Europa, i dissidenti: “Programma stravolto”

 Aversa. Un incontro importante nell’ambito del programma Più Europa quellodi venerdì mattina, alle ore 10, all’auditorium “Caianiello”, al quale prenderà parte il presidente della regione Campania Stefano Caldoro.

Un incontro dal titolo significativo “La città si progetta” che potrebbe offrire l’occasione ai consiglieri dissidenti Gino Della Valle, Michele Galluccio, Paolo Galluccio, Augusto Bisceglia di ufficializzare la tesi di uno stravolgimento del progetto finanziato dalla regione relativamente ai sagrati. Una tesi presentata alla stampa nel corso della conferenza tenuta nella mattinata di giovedì.

Facendo da portavoce del gruppo Della Valle, assessore in una delle giunte Ciaramella, dopo aver sottolineato che il progetto presente nel piano triennale delle opere pubbliche dell’attuale amministrazione è quello preparato dall’amministrazione di cui faceva parte, per il quale erano stati chiesti appositi finanziamenti regionali, ha denunciato lo stravolgimento del progetto stesso la cui realizzazione non sarà più finalizzata a favorire lo sviluppo turistico della città attraverso la ristrutturazione dei sagrati di chiese di alto valore artistico e monumentale come San Francesco, San Lorenzo, San Nicola ma esclusivamente alla creazione di un’unica isola pedonale comprendente piazza Principe Amedeo e piazza don Diana, oggi separate e distinte, che avrà quale conseguenza la cancellazione, parziale, di una strada storica della città qual è via Giolitti.

Un intervento che, a detta dell’ex assessore, non sarebbe stato comunicato all’ente deputato all’erogazione dei fondi, circostanza che potrebbe inficiare l’iter di concessione di un finanziamento di 3 milioni e 599 mila euro.

Una tesi di cui sono parsi convinti i consiglieri dissidenti che potrebbero prendere al volo l’occasione offerta dall’incontro all’auditorium Caianiello per chiedere conferma del dubbio espresso in conferenza stampa direttamente al presidente Caldoro, responsabile dell’ente destinato ad erogare il finanziamento.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico