Aversa

Area Texas, rifiuti rimossi ma accumulati nella stessa zona

 Aversa. Rifiuti all’interno dell’ex area Texas Instruments: storia infinita. Un grosso cumulo di rifiuti continua a fare bella mostra di sé nel perimetro, nonostante le assicurazioni dei mesi scorsi.

A lanciare nuovamente l’allarme ancora Michele Speciale, pensionato, che abita proprio a ridosso della struttura. “Riguardo alla bonifica che è stata fatta all’interno dell’ex stabilimento Texas, mio malgrado, devo far presente che tutti i rifiuti che sono stati raccolti all’interno della struttura sono stati accumulati formando una montagna di immondizia” ha dichiarato il signor Speciale che ha evidenziato come questa montagna di immondizia, quando ci piove sopra, diventa un accumulo pietrificato.

Il suo timore, inoltre, è che “con il prossimo caldo che verrà, si andranno a formare insetti e ratti vari, nocivi alla salute di noi cittadini che abitiamo nelle sue vicinanze. Per scongiurare questo pericolo spero che chi debba adottare i dovuti provvedimento lo faccia: tutta questa montagna di immondizia deve essere raccolta e trasferita ad un sito idoneo a tale scopo”.

In verità, oltre a questi rifiuti accumulati, vi sono anche diversi sacchi di grandi proporzioni che sono il frutto dalla bonifica messa in atto a fine febbraio scorso, dopo che vi era stata un’interrogazione da parte del consigliere comunale di Sel Pasquale Pandolfi e una diffida ad adempiere, il tutto preceduto da un’ordinanza sindacale del 2013, mai eseguita in precedenza dalla società proprietaria che, ricordiamo, fa capo alla famiglia dell’ex presidente della Provincia di Napoli e attuale parlamentare di Fi Luigi Cesaro.

Quei sacchi contengono i rifiuti, selezionati per tipologia e dovrebbero essere affidati per lo smaltimento secondo le diverse tipologie. Al di là del problema igienico-sanitario, la questione più rilevante, relativamente all’area in questione riguarda il suo futuro.

Sulla carta si tratta di un’area a vocazione industriale, ma oggi essa si trova in pieno centro abitato e proprio a ridosso della stazione della metropolitana di Aversa Ippodromo alla quale potrebbe andare in aiuto con la destinazione di una parte di essa quale parcheggio, almeno in attesa di una destinazione definitiva.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico