Teverola

Cade da impalcatura nella centrale elettrica: muore operaio

 Teverola. Ennesimo incidente mortale sul lavoro intorno alle 10 di giovedì mattina nella zona industriale di Aversa Nord, nel territorio del comune di Teverola.

La vittima è Renato Garratano, 56 anni, compiuti il 1 marzo scorso, originario di Cosenza ma residente a Capodrise, titolare di una ditta, la Gres, che ha subappaltato parte delle opere di dismissione del Centro Energia ubicato nell’area Indesit, ma non di proprietà della multinazionale marchigiana.

Garratano, secondo una prima ricostruzione dei carabinieri del reparto territoriale di Aversa, coordinati dal colonnello Gianluca Vitagliano e dal tenente Adolfo Donatiello, è morto dopo essere caduto da un’altezza di 15 metri mentre era impegnato nello smontaggio di un camino termo-elettrico. La vittima è caduta per cause ancora in corso di accertamento. Nessuno dei suoi collaboratori ha assistito all’episodio. La loro attenzione sarebbe stata richiamata dal tonfo provocato dal corpo che toccava il suolo e solo allora hanno potuto constatare quanto era avvenuto.

Immediato l’allarme. In pochi minuti sono giunti sul posto personale medico del servizio 118 e personale della asl dipartimento di prevenzione infortuni di Caserta, ma per il malcapitato non c’era più nulla da fare. La caduta era stata fatale. I rilievi del caso, effettuati dai militari aversani alla presenza del magistrato di turno presso il competente tribunale di Aversa.

Su disposizione dello stesso pm, la salma è stata trasportata presso l’Istituto di medicina legale del policlinico di Caserta per il successivo esame autoptico che dovrebbe tenersi nella giornata di oggi. Indagini sono in corso anche da parte del dipartimento prevenzione infortuni dell’Asl che dovrà verificare soprattutto se sul cantiere fossero state adottate tutte le misure di sicurezza sul lavoro previste dalla normativa antinfortunistica.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico