Sant’Arpino

Campo sportivo, la maggioranza: “Ennesima strumentalizzazione”

 Sant’Arpino. Per l’ennesima volta siamo costretti ad assistere ad uno spettacolo che farebbe invidia alla tragedia greca e che per protagonisti ha i soliti personaggi che, pur di gettare fango e farsi un po’ di pubblicità, sono disposti a raccontare qualunque fandonia.

Ancora una volta dunque, ricordando a questi personaggi che i santarpinesi non sono stupidi e che le carte parlano chiaro, siamo costretti a precisare alcuni punti. Con una delibera di Giunta l’amministrazione comunale ha stabilito che la gestione del campo sportivo Ludi Atellani venisse affidata a privati.

La stessa delibera ha inoltre stabilito che la gestione toccasse a rotazione alle due società sportive del territorio, l’Olimpia Sant’Arpino e l’Asd Sant’Arpino. Siccome per lo scorso anno la gestione era stata affidata all’Asd Sant’Arpino, come chiunque con un minimo di intelligenza può comprendere, in base al criterio della rotazione, quest’anno è invece toccata all’Olimpia.

Sempre sulla base di accordi privati tra le due società, nei quali l’amministrazione non c’entra assolutamente niente, la società che gestisce richiede all’altra un canone di affitto e nel momento in cui non viene pagato è la stessa a decidere come procedere, senza che l’amministrazione comunale, che questi personaggi continuano a tirare in ballo, possa intervenire ad alcun titolo.

Ricordiamo, inoltre, a questi grandi esperti di sport, e in particolare di calcio, che innanzitutto l’Olimpia Sant’Arpino ha lanciato Lorenzo Insigne ed è dunque balzata all’onore delle cronache sportive nazionali ed internazionali.

In più ricordiamo che qualunque società sportiva in Italia, anche in serie A, paga un canone di affitto per utilizzare le strutture sportive, tutte comprese, per farvi un esempio, il Napoli e il Cagliari, e la pena nel caso in cui il canone non venga pagato è l’intervento della Corte dei Conti. Basta con le strumentalizzazioni e basta con le prese in giro ai santarpinesi! A noi stanno a cuore i bambini e i ragazzi del nostro paese che amano lo sport ma è scorretto e sleale raccontare bugie a destra e a manca solo per assicurarsi un momento di visibilità.

E che il nostro campo sportivo sia stato trasformato, solo grazie alla nostra amministrazione, da una discarica a cielo aperto ad una struttura sportiva che fa invidia ai paesi circostanti è l’ennesimo dato di fatto. Già nel 2008, infatti, dopo anni in cui era stato abbandonato al suo destino, il campo sportivo è stato restituito alla comunità santarpinese che ha potuto disporre di uno spazio importante di aggregazione.

La nostra amministrazione ha sempre lavorato con grande intensità affinchè si recuperasse questo spazio relegato per decenni ad una funzione periferica.

E in un comunicato del 26/09/2009 l’allora presidente dell’Asd Sant’Arpino Francesco Capone ringraziava “il sindaco Eugenio Di Santo e l’intera amministrazione comunale per aver portato a termine i lavori di ristrutturazione dell’impianto sportivo di Via Baraccone che da anni versava in una situazione alquanto critica. Sono stati sistemati gli spogliatoi, il terreno di gioco e l’intera struttura in modo da poterci presentare, anche sotto questo punto di vista, nel migliore dei modi ai nastri di partenza della nuova stagione. Un intervento importante che dimostra la vicinanza dell’ente comunale all’Asd Città di Sant’Arpino”.

E all’epoca nella dirigenza della stessa società c’era anche la famiglia Angelino. E di fronte a tutto questo e di fronte all’evidenza avete ancora il coraggio di mentire facendo l’ennesima brutta figura!

L’Amministrazione Comunale

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico