San Marcellino

Strade degradate, la denuncia di Colombiano

 San Marcellino. “Sono sempre più frequenti le lamentale dei cittadini rispetto alla situazione della viabilità del paese.

Questa volta ad alzare la voce sono i cittadini che vorrebbero camminare per le strade a piedi. Infatti, come se non bastasse la ormai nota a tutti situazione degradante delle strade cittadine, dilaniate da buche ed invase dai rifiuti, ad aggravare lo stato di cose si aggiungono le condizioni disastrose in cui versano i marciapiedi, letteralmente impraticabili, se non del tutto inesistenti. Corso Italia, Corso Europa ed altre vie principali ne sono un esempio: marciapiedi dilaniati ed invasi da immondizia in cui si nascondono pantegane e rettili pericolosi, rotture nel cemento che rendono rischiosa la circolazione di pedoni e di automobilisti. Altro caso clamoroso è rappresentato da via Starza e da via Santa Croce: nella prima i marciapiedi sono totalmente nascosti dalla vegetazione dei terreni confinanti ed invasi da immondizia; nella seconda i marciapiedi non esistono proprio. E’ da tempo che ci battiamo per il miglioramento delle condizioni ambientali del nostro paese, denunciando lo stato gravoso in cui versano strade, marciapiedi e spazi pubblici”.

Anacleto Colombiano a parlare, leader dell’opposizione consiliare dell’Ancora. “Un esempio su tutti – spiega – è il caso della stazione ferroviaria, praticamente sepolta sotto le erbacce e abbandonata a sé stessa nonostante le continue sollecitazioni da parte del nostro gruppo di minoranza. Nonostante la somma recentemente liquidata dall’amministrazione per risolvere il problema, la stessa versa ancora in condizioni di degrado igienico ed ambientale. Sono sempre più i cittadini, le mamme e i giovani che si rivolgono a noi per risolvere la situazione, visto l’incuria e l’indifferenza mostrata da Carbone e compagni: ci si lamenta che nelle nostre zone non si cammina a piedi , eppure si fa di tutto per impedirlo: solo un folle potrebbe pensare oggi di uscire in bici o a piedi date le condizioni delle strade e dei marciapiedi per non citare il problema del randagismo che mette in serio pericolo quanti scelgono di lasciare a casa la macchina per fare una passeggiata. Non riusciamo poi a comprendere come sia possibile che le strade vengano riparate più di una volta all’anno senza risolvere il problema, con enorme spreco di denari pubblici; ci domandiamo se si voglia realmente risolvere la situazione o se questo stato di cose convenga a qualcuno. Proprio in questi ultimi giorni Carbone ha annunciato il progetto di riqualificazione di corso Italia: non si è reso conto che la parte già ‘riqualificata’ come dice lui, è in condizioni disastrose? Se livello di civiltà di una paese si vede a partire dal decoro degli spazi pubblici, dobbiamo riconoscere che San Marcellino è caduta veramente in basso”.

clicca per ingrandire

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico