Orta di Atella

La “Stanzione” vince le provinciali alle “Olimpiadi della Grammatica”

 Orta di Atella. La scuola media “Stanzione” di Orta di Atella , guidata dalla professoressa Arcangela Del Prete, supera le altre scuole concorrenti alla selezione provinciale delle “Olimpiadi della Grammatica” che si è tenuta lunedì 10 marzo alla scuola secondaria di primo grado “Beethoven” di Casaluce.

Iniziativa a carattere nazionale, aperta a tutte le scuole primarie secondarie di primo e secondo grado, patrocinata dalla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Catania, dalla Regione Sicilia e dal Comune di Catania, giunta, ormai, alla sua quarta edizione. E’ la prima volta che la “Stanzione” partecipa. Le alunne Margherita Puglia (3^F), Anna Adele Landolfo (3^L), Teresa D’Ambrosio (3^D), Anna Maria Lettiero (3^D), Giusy Russo (3^E), si sono confrontate con gli alunni dell’Istituto comprensivo “Ungaretti” di Succivo, della scuola media “Pascoli” di Aversa e della scuola media “Beethoven” di Casaluce, ottenendo il migliore risultato.

La professoressa Anna Marsilio, referente e coordinatrice per la “Stanzione” delle attività inerenti alla competizione nazionale, presente alla manifestazione, si è detta colpita dalla serenità e dalla sicurezza mostrate dalle alunne durante la prova, frutto della scrupolosità con cui si sono preparate alla competizione e della competenza dei docenti che le hanno seguite in questo percorso.

La dirigente Del Prete, felicissima di questo primo risultato, in attesa della prossima impegnativa tappa regionale, ha commentato: “Le bravissime alunne che hanno rappresentato la ‘Stanzione’ danno prova che la nostra scuola accoglie tante eccellenze alle quali si dedica con cura e professionalità per svilupparne le potenzialità e consolidarne le abilità e le attitudini. Purtroppo, spesso, queste positività vengono soffocate dalle tante problematiche con le quali una scuola grande come la nostra deve confrontarsi tutti i giorni e che costituiscono, spesso, un pretesto imperdibile per coloro che con superficialità colgono ogni occasione per denigrare il difficile lavoro della dirigente e dei docenti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico