Italia

Vertice italo-tedesco: Merkel “stupita” da Renzi

 Berlino. E’ avvenuto a Berlino l’incontro tra il premier italiano, Matteo Renzi, e la cancelliera tedesca, Angela Merkel.

Poche ore prima di partire il presidente del consiglio aveva dichiarato: “Il nostro Paese non ha bisogno di essere messo sotto esame. Se l’Italia fa l’Italia non deve avere paura di nessuno. Se a volte abbiamo fatto degli errori siamo pronti a rimediare. Ma non siamo gli alunni somari da mettere dietro la lavagna. Siamo l’Italia e dobbiamo riprenderci l’orgoglio di essere italiani”.

Un Paese, quindi, che deve essere considerato al pari degli altri e non l’ultimo “vagone” dell’Unione Europea. Renzi ha illustrato alla Merkel il progetto che ha in mente per creare lavoro e sostenere famiglie e imprese, il medesimo presentato anche a Hollande, e che la Merkel ha mostrato apprezzare molto. “L’Italia sta lavorando per riempire il bicchiere mezzo vuoto. – ha dichiarato la cancelliera – Renzi mi ha illustrato un programma di riforme molto ambizioso. Gli auguro molta fortuna e coraggio, tutto il bene: si tratta di un cambio strutturale, anche con riforme del mercato del lavoro che porteranno a uno sviluppo positivo”.

Da parte sua il premier è tornato a ribadire che le riforme sono esclusivamente per il nostro Paese: “L’Italia non fa le riforme perchè lo chiede Berlino o Bruxelles, noi facciamo le riforme per noi, perchè le chiedono i nostri figli e non i partner europei”. L’Italia è un paese che va cambiato e anche se “l’orizzonte del governo è il 2018, le riforme vanno fatte subito”.

Il leader del Pd parla di riforme irreversibili di cambiamento e la Merkel sembra apprezzare molto il suo entusiasmo e il coraggio dimostrato, puntando a degli obiettivi molto ambiziosi. La priorità, ha dichiarato il presidente del Consiglio, verrà data al lavoro, per creare nuovi posti perchè la sconfitta più grande sta nel fatto che la disoccupazione giovanile ha raggiunto il 40%. Il prossimo incontro di Renzi sarà una cena alla quale prenderanno parte imprenditori italiani e tedeschi.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico