Italia

Abusava della figlia della convivente da 7 anni: arrestato contadino

 Lecce. Un uomo di 52 anni è stato arrestato a Lecce per abusi sessuali nei confronti della figlia della sua convivente di 23 anni.

Gli abusi sarebbero iniziati sette anni fa. I carabinieri della compagnia di Gallipoli l’hanno arrestato dopo che la scorsa notte avrebbe tentato di abusare per l’ennesima volta della ragazza.

È stata quest’ultima la mattina a recarsi in caserma denunciando leviolenze subite. In volto era visibile un ematoma, segno – secondo la vittima – della violenza subita. L’uomo deve rispondere di violenza sessuale continuata e aggravata e riduzione in schiavitù.

Ai militari la giovane avrebbe rivelato di essere stata costretta a subire le violenze dell’uomo da quando aveva 16 anni. E l’uomo con le minacce la obbligava a stare zitta. Secondo la ragazza la madre sarebbe stata all’oscuro di tutto, non sospettando di quanto accadeva tra le mura di casa in sua assenza.

Una volta l’uomo – sempre secondo il racconto fatto dalla ragazza ai carabinieri – avrebbe puntato un coltello alla gola della vittima alla quale sottraeva sistematicamente la sim del cellulare per costringerla al silenzio. Un’altra volta le avrebbe mostrato con tono minatorio due cartucce da caccia asserendo di essere pronto ad usarle se avesse parlato con qualcuno.

La vittima avrebbe trovato il coraggio di denunciare i soprusi grazie all’incoraggiamento del suo fidanzato, col quale si era confidata e che lagiovane donnaaveva fatto finta di lasciare per non scatenare la gelosia dell’uomo il quale aveva anche minacciato il ragazzo.

Nel corso della perquisizione domiciliare questa mattina i carabinieri hanno trovato la sim del cellulare sottratta alla vittima e hanno sequestrato il coltello da cucina e le due cartucce che sarebbero state utilizzate per intimorire la vittima.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico