Home

Riparte il Gf: edizione social ed interattiva

Alessia MarcuzziIl numero di concorrenti si è notevolmente ridotto così come quello delle puntate, per un’edizione sempre più social e meno televisiva.

La tredicesima edizione del Grande Fratello è pronta a ripartire. Come da otto, la conduzione è stata affidata ancora una volta ad Alessia Marcuzzi, che si dice sempre felice ed entusiasta di guidare il reality. D’altronde, la nuova edizione sembra piacere ancora di più alla padrona di casa super social. La tredicesima sarà quella al “passo con i tempi, social, interattiva” con tanto di social network a fare da supporto, Twitter, Instagram, diretta streaming h24, l’app mediasetconnect.it.

Il programma riparta dopo uno stop forzato di un anno e mezzo, nel quale si è inserito l’incendio che ha raso al suo l’abitazione. ricostruita in tempi record, la casa è pronta ad ospitare i suoi nuovi inquilini. In 35.000 hanno partecipato alle selezioni. “Da 20 a 36 anni, molti con contratti a termine, mettono in campo il piano B, il nostro montepremi di 250.000 euro!” racconta Marcuzzi. “G. F. per tornarsi a parlare, genitori e figli”suggerisce la Marcuzzi, che vive questi mesi “di pancia. Per me è un esperimento sociologico”. In due rimpiazzeranno l’opinionista Signorini sulla poltrona rossa: Manuela Arcuri e Cesare Cunaccia.Un mix di storie e di vite, un intrigante gioco di relazioni e confronto, tra realtà diverse e parallele. C’è ad esempio un ex “vù cumprà” senegalese (così ama definirsi il trentenne Samba), una ex modella che ha perso un braccio in un incidente stradale ma non la grinta (Valentina), una coppia di gay decisamente disinibiti, una ragazza romana (Mia: ex grave obesa) che fa la tutorial di make up sul web, un giovane contadino di Lariano (Mirko).

“Ci saranno ragazzi di tutti i tipi, con tante storie da raccontare, a volte anche importanti e difficili, che rispecchiano comunque l’Italia di oggi. Quello che mi interessa di più è che le famiglie possano mettersi lì e parlare con i figli di queste storie”, spiega Alessia Marcuzzi, ancora una volta conduttrice del reality in onda su Canale 5. Il rischio che un reality come ilGrande Fratellostravolga le vite dei giovani concorrenti? “Ormai i ragazzi conoscono bene il mezzo televisivo, sanno di essere esposti mediaticamente, sono consapevoli che questo reality dà visibilità a breve termine. In questi anni io ho notato che i concorrenti sono interessati soprattutto a fare un’esperienza diversa. I microfoni e le telecamere che li inquadrano giorno e notte? Dopo una settimana te li dimentichi quei microfoni, neanche il più bravo attore di Hollywood può recitare per tre mesi di seguito”. Probabilmente nella casa farà il suo ingresso qualche concorrente vip (era filtrato il nome di Cecilia Rodriguez, sorella di Belen), il capo degli autori Andrea Palazzo non conferma e non smentisce: “Il nostro obiettivo è quello di spiazzare il pubblico e i ragazzi nella casa. Non escludiamo niente”.

Altra novità riguarda la “casa”, ricostruita dopo l’incendio del 14 dicembre scorso. La scenografa Trixie Zitkowsky parla di “uno studio tv mascherato da casa, con meno telecamere esterne che interne. Lo stile? Una casa da studenti, ridotta di 500 metri quadrati rispetto alla precedente, volutamente più sobria. Con l’arena, il tugurio e l’orto per piccole coltivazioni”. La Casa di Grande Fratello 13, progettata sempre come un open space, è fatta con materiali semplici, molto legno, e moquette nelle camere da letto.


È una casa colorata, all’interno della quale predominano l’azzurro e il grigio. L’idea è quella di una Casa in cui ognuno porta qualcosa di suo. Non ci sarà più il classico “divanone”, ma vari divani e poltrone più piccoli e diversi tra loro che i ragazzi potranno spostare e poi ricomporre in un divano unico per la puntata in diretta in prima serata. Il tavolo sarà nuovamente rettangolare. Nel salone, come da tradizione, ci saràil ledwall per i collegamenti con lo studio e all’esterno della Casa la piscina. Sempre all’esterno, due cyclette. Serviranno per far arrivare l’acqua calda alle tre docce disponibili. Due ragazzi per volta dovranno pedalare, esposti anche alle intemperie, per far sì che gli altri non facciano la doccia fredda.
Nel giardino, inoltre, ci sarà un orto “urbano” posto in alcune vasche con verdure rigorosamente di stagione che i ragazzi dovranno coltivare. Vicino alla Casa è presente sempre lo spazio prove.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico