Gricignano

Immobile sequestrato, revocato l’arresto per gli Scarano

 Gricignano. Il Riesame ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare perNicola Scarano, 68 anni, e del figlio Michele Scarano, entrambi di Gricignano, coinvolti, lo scorso 8 febbraio, in una vicenda di presunta turbativa d’asta insieme ad un avvocato del Foro di Santa Maria Capua Vetere.

Il provvedimento, eseguito dai carabinieri,traeva origine da una precedente attività di indagine in cui vennero eseguite, il 27 settembre scorso (leggi qui), nove ordinanze di custodia cautelare per reati associativi e in materia di sostanze stupefacenti, aggravati dal metodo mafioso,nei confronti di esponenti del clan Autiero di Gricignano.

Secondo gli investigatori, l’avvocato indagato, approfittando della sua qualifica di custode giudiziario di un immobile sottoposto a sequestro, sito a Gricignano, e di proprietà di Michele Scarano, si sarebbe adoperato, insieme al padre di quest’ultimo, Nicola, per farlo acquistare, in una pubblica asta, ad un prestanome vicino alla loro famiglia. Fatta eccezione per Michele Scarano, già detenuto, i treerano stati sottoposti agli arresti domiciliari.

Ma il giudice, accogliendo la tesi del legale difensore, l’avvocato Giuseppe Tessitore, ha ritenuto che non sussistevano gravi indizi di colpevolezza a carico degli indagati.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico