Aversa

Trasmissione illecita di Mediaset Premium: 51mila euro di sanzioni

 Aversa. I carabinieri del reparto territoriale di Aversa, nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio, iniziato nella tarda serata di sabato e protrattosi fino alle prime ore della notte, finalizzato anche al controllo degli esercizi pubblici per contrastare il fenomeno della diffusione illecita di programmi in “pay tv” in occasione della “movida”, hanno controllato 27 esercizi pubblici.

Il servizio, svolto con la collaborazione dei carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro di Napoli e Caserta, collaborati, per la parte tecnica, da personale Mediaset ha consentito di segnalare 5 esercizi pubblici per violazione dei diritti d’autore e 7 per la sospensione dell’attività imprenditoriale presso i quali sono stati, inoltre, accertati 7 lavoratori non in regola. Elevate sanzioni per un totale di 51mila euro.

Inoltre, i carabinieri hanno rintracciato ed arrestato Guido Coni, 53 anni, del posto, in ottemperanza all’ordine di esecuzione per la carcerazione in detenzione domiciliare: deve espiare sei mesi di reclusione per una truffa commessa ad Aversa nel 2009.

Complessivamente, nel corso dell’intero servizio, sono state identificate 105 persone, controllati 73 veicoli, eseguite 9 perquisizioni e 11 ispezioni, 4 persone sottoposte a controllo etilometro. Inoltre, sono state contestate 30 contravvenzioni al Codice della strada, oltre ad aver segnalato due soggetti per uso/detenzione di sostanze stupefacente. Il servizio, che è stato diretto da un ufficiale del reparto Territoriale di Aversa, ha visto impiegati 28 uomini e 8 autovetture.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Aversa, la "freccia azzurra" Raphaela Lukudo premiata nella sua città natia - https://t.co/rBv0NkS4IP

Cesa, Asprinum Festival con Andrea Sannino e Peppe Barra https://t.co/Explqwv2wN

Cesa, Asprinum Festival con Andrea Sannino e Peppe Barra - https://t.co/Cf4XGOkIrP

Forum Polieco, reati ambientali: “Coordinare informazioni per avere indagini incisive” https://t.co/CjOUkyUUZ1

Condividi con un amico