Aversa

Rifiuti e “multi-prelievi”, un cittadino: “Qual è la verità?”

 Aversa. A proposito di prelievo dei rifiuti differenziati che finiscono tutti nello stesso cassone dell’automezzo utilizzato dagli operatori della Senesi, i chiarimenti forniti dai responsabili del settore ascoltati nel video pubblicato da Pupia hanno dato spazio ad una serie di commenti.

Vi proponiamo quello del lettore autore della foto che segnalò il fenomeno, poi ammesso e deprecato con tanto di impegno di intervento sugli autori da parte del responsabile della società gestrice del servizio.

“Gentile Redazione sono il lettore che inviò le foto per l’articolo pubblicato il 30 gennaio scorso (http://www.pupia.tv/aversa/notizie/00013323.html) ho letto l’articolo in oggetto e visto il relativo video, però non trovo molto convincenti le parole del signore intervistato e spiego i motivi. Il condominio delle foto ha una persona che si occupa dello spostamento dei carrellati ogni sera ed ogni mattina, così come previsto dal calendario di raccolta e come stabilito in un’ordinanza comunale, questo si evince anche da una delle due foto che le inviai, dove i carrellati marrone e bianco sono all’interno dello stabile, per cui l’operatore per quel condominio non aveva assolutamente scusanti. Come già scrissi nella mail precedente lo stesso ‘servizio’ fu fatto in tutta la strada dove in quasi tutti i condomini è rispettata l’ordinanza comunale.

Ancora meno capisco a questo punto la nota che il presidente della Senesi (Rodolfo Briganti) scrisse, proprio sulle pagine del vostro sito, in cui condannava l’operato del dipendente, si scusava con la cittadinanza e addirittura citava dei provvedimenti presi nei confronti dello stesso. (http://www.pupia.tv/aversa/notizie/00013326.html). Come se non bastasse poi nella stessa nota diceva ancora che Senesi ‘si dissocia, ovviamente, da tale pratica posta in essere da un dipendente e ne stigmatizza il comportamento anche e soprattutto in dispregio alle precise direttive operative impartite periodicamente dalla Senesi Spa sulle modalità di svolgimento del servizio di igiene ambientale’.

Mi sovvengono, a questo punto, un po’ di domande: Qual è la verità? Quella del dipendente che ha sbagliato e che è stato punito o del dipendente scrupoloso che pensa al giorno dopo (sempre se ha a disposizione tutti e 4 i carrellati)? Non sarebbe stato più semplice per Senesi spiegarci che era stato giusto raccogliere tutto insieme invece di chiedere scusa? Perchè tornare oggi su un argomento già trattato e chiuso direi? Mica per costruire scusanti, qualora il fenomeno del miscuglio dovesse essere avvistato nuovamente da qualcuno, col preciso intento di evitare penali? Un tempo i giornali venivano cestinati ed era più complicato ricordare certe cose scritte in precedenza, (per intenderci ai giorni nostri sarebbero finiti nel carrellato bianco), purtroppo o per fortuna, oggi ci sono le foto, i video e il web che non dimentica… Ringrazio per la gentile attenzione e saluto”.

Fin qui il commento del lettore che, a nostro parere, meriterebbe risposte dirette per ogni quesito dalla Sensi al fine di dare una motivazione a tanti, come Raffaele, che voglio collaborare a rendere efficiente ed efficace il servizio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico