Aversa

Capasso e Vargas verso un gruppo indipendente?

 Aversa. Rosario Capasso, capogruppo consiliare di Noi Aversani, e Luigi Vargas, indipendente, ex Udc, costituiranno un loro gruppo civico per dare vita ad un nuovo polo in seno alla maggioranza?

Un segnale al sindaco Sagliocco dopo il varo del suo secondo esecutivo dal quale, a quanto pare, i due consiglieri di maggioranza non si sentirebbero rappresentati. I segnali, quelli politici, sembrerebbero esserci tutti. Capasso ha presentato una mozione da sottoporre in consiglio comunale nella quale si evidenziano i ritardi dell’amministrazione nella riapertura al traffico veicolare di piazza Cirillo, che servirebbe anche gli utenti del tribunale quale parcheggio.

Lo stesso Capasso, poi, insieme a Vargas disertano la riunione della maggioranza dove, guarda caso, il sindaco Sagliocco presenta la nuova giunta dove ci sono i tre nuovi assessori: Andrea Buondonno, docente universitario, pare consigliato a Sagliocco dall’ex coordinatore cittadino del Pdl Nicola Golia, Vittorio Ros e Giuseppe Fusco.

A dare ‘fastidio’ ai due consiglieri sarebbero proprio i primi due. Buondonno a Capasso, Ros a Vargas, stando alle voci. Voci che il sagliocchiano Capasso cerca, in politichese, di dissolvere. Difficile, infatti, per lui, considerato fedelissimo del primo cittadino, passare dall’altra parte della barricata.

“Si tratta – esordisce l’avvocato aversano – di voci non vere. Quella mozione l’ho presentata non contro l’amministrazione, ma contro dirigenti che si caricano di compiti, ma, poi, perdono di vista alcune situazioni sulle quali l’amministrazione ha fornito chiari indirizzi: quella piazza va aperta e non è possibile che dopo un anno nulla era cambiato”. Ma, guarda caso, il tecnico in questione è l’ingegnere Alessandro Diana, voluto dal sindaco e dal sindaco delegato ai più disparati settori. Per quanto riguarda l’assenza alla riunione di maggioranza, Capasso, concludendo, afferma: “La ritenevo inutile, una formalità. Per conoscere i nuovi assessori c’era tempo e non era il caso di rimandare un impegno professionale già fissato in precedenza, prima che fosse indetta la riunione”.

Più esplicito Vargas, che, dopo aver detto di essere indipendente e di non aver ancora aderito al Ncd dopo aver lasciato l’Udc, ha continuato: “Avevamo preso parte ad una riunione per la formazione della nuova giunta io, Capasso, Santulli, Tozzi, Marino e Palmieri (con il quale Vargas fa gruppo in consiglio dopo l’uscita dall’Udc, ndr), dove sia io che Palmieri, avevamo affermato, sottoscrivendolo, che non volevamo rappresentanti in giunta (circostanza confermata anche da Capasso, ndr). Il giorno dopo vengo a sapere che Palmieri ha preteso un assessore. A me poteva stare anche bene, ma, almeno, una telefonata per avvisarmi, invece nulla. Da qui la decisione di prendere le distanze da lui. Mi chiede, poi, se formerò un gruppo con Capasso? Vedremo, per il momento posso dire che Rosario è una persona che stimo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico