Succivo

Il Basket Succivo centra un’altra vittoria: battuto il Marano

 Succivo. Quando meno te l’aspetti, ecco il Basket Succivo. Nella terza giornata di ritorno del girone A di Promozione, gli atellani tornano ad imporsi in casa dopo più di 3 mesi: la vittima designata è Marano, quarta forza del campionato, ma che ieri ci ha lasciato le penne per 60-51.

Ottimo secondo tempo di Succivo che con un “feroce” terzo periodo rimonta lo svantaggio accumulato nei primi due e mette la freccia negli ultimi dieci minuti, portandosi così da -11 a +9 in nemmeno 20 minuti. Grande prova di squadra per gli atellani, che ora salgono a 8 punti in classifica e mettono nel mirino Olympia Pomigliano e Airola, rispettivamente a 12 e 10 punti, mentre Marano frena la sua corsa ai playoff e scivola a metà classifica. Coach Barretta sceglie Volpe in cabina di regia nello starting five insieme all’imprescindibile Costanzo, completano il quintetto Laezza e Cirotto con D’Angelo a battagliare sotto canestro.

Tra le fila di Marano il capitano-allenatore Pedemonte scende in campo con Maisto-Spina-De Liso-Alterio a completare la rosa dei titolari. Pronti-via e Spina prova subito a mettere le cose in chiaro con una bomba a ciel sereno.

Succivo subisce l’attacco alla zona dei napoletani, la palla gira velocemente sotto la regia di capitan Pedemonte, con Avallone che subito replica il +3 del compagno dai sei metri: 7-2 ospite. Marano fa le prove generali per la fuga sfruttando le amnesie al rimbalzo di Succivo, Alterio e Maisto ringraziano (+9). Barretta inserisce Acanfora per dare maggior peso nel perimetro e la mossa funziona: il n.31 si presenta con 7 punti consecutivi, di cui una bomba sur-place che bacia la retina. La reazione dei padroni di casa si esaurisce alla sirena del primo quarto, sul 14-19.

Anche il secondo quarto è di marca napoletana. Le difese salgono in cattedra, Ponticiello e Maggio tentano di salvare il salvabile lì dietro, forze fresche per il passaggio nella difesa a uomo. Si segna poco ma si accumulano parecchi falli: sfrutta al meglio la situazione Marano coi suoi cecchini (5/6 ai liberi), quanto basta per rosicchiare altro terreno a Succivo che scivola a -11 a un minuto dall’intervallo. Ma nell’ultimo possesso del primo tempo Cirotto tira fuori il coniglio dal cilindro: azione in continuità degli atellani, penetrazione di Costanzo che scarica per il tiro e fallo sul numero 12 che vale due liberi dalla lunetta.

Col cronometro che segna 2 secondi alla sirena, Cirotto segna il primo e sul rimbalzo del secondo si avventa sul pallone disegnando una parabola imprendibile con la sola mano destra: altri due punti e Succivo che resta a galla (22-30). Al ritorno in campo, ecco il Succivo che non ti aspetti. Grintoso, cattivo, affamato. I ragazzi di coach Barretta “aggrediscono” sul parquet i malcapitati giocatori di Marano con un gioco veloce, incisivo e volto al contropiede fulmineo. Pedemonte prova a serrare le fila, ma predica nel deserto. Barretta vede e rilancia, inserendo l’artiglieria pesante: dentro Acanfora, D’Angelo e Saviano.

Gli ospiti non segnano più e vedono arrivare gli atellani da ogni dove, il capitano prova a tenere i suoi a galla ma è come arginare una falla nella diga con un dito. Costanzo guida la riscossa (8 punti nel parziale, 11 totali), Marano non reagisce e la rimonta si completa: all’ottavo minuto del terzo periodo è Succivo a comandare i giochi (42-41). De Liso mette a segno il controsorpasso negli ultimi secondi (42-43), solamente la quiete prima della “tempesta perfetta”. Leggasi “tempesta perfetta” un quarto periodo da urlo aperto dalla bomba di Laezza che dà il là al naufragio delle speranze di Marano di recuperare la gara.

Volpe e D’Angelo si intendono a meraviglia (vedi assist a occhi chiusi del primo da metà campo in mezzo alle maglie maranesi per il secondo “dimenticato” nel pitturato, per un facile appoggio al tabellone) e se il punteggio dice solo +5 a meno sei minuti dal termine, in realtà la gara è ormai finita da un pezzo. Nel finale Succivo abbatte Marano con la tripla di Costanzo e fa retromarcia sui resti, Saviano e Volpe si spartiscono gli ultimi sei punti che chiudono il referto sul 60-51.

Da -11 a +9 in poco meno di 20 minuti, la mission-impossible del Basket Succivo riscuote solo applausi dalle gradinate e la gioia del coach, che coglie il secondo successo consecutivo utile ad allontanare la zona retrocessione ora distante 6 punti. Succivo ora avrà una settimana di tempo per affilare le armi in vista della trasferta di Parete, avversaria la capolista, vera corazzata del girone A.

SUCCIVO vs NUOVA PALL. MARANO 60-51
(14-19/8-11/20-13/18-8)

ASD BASKET SUCCIVO: M. Laezza 7, Volpe 9, Acanfora 10, Saviano 7, Costanzo 11, Maggio 0, D’Angelo 7, Campolattano 0, Cirotto (K) 9, Ponticiello 0, Pagano (’97) ne, Patricelli (’97) ne.
All.re: Barretta

NUOVA PALL. MARANO: Maisto 3, Spina 5, De Liso 6, Avallone 13, Gatto 3, Mormile 0, Alterio 5, Pedemonte (K) 12, Dorio 4.
All.re: Pedemonte

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico