Home

Il Napoli batte lo Swansea e accede agli ottavi di Europa League

 Dopo lo 0-0 dell’andata, il Napoli batte 3-1 al San Paolo i gallesi dello Swansea nel turno di ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League e accede, così, agli ottavi.

Una gara, a dispetto del risultato, molto sofferente per gli azzurri di Benitez, capaci di chiudere i conti solo nel finale. Il primo “brivido” per i partenopei arriva al 10’ quando Reina viene scavalcato e Albiol salva a porta vuota. Ed è proprio Albiol, sei minuti dopo, a lanciare verso Higuain che serve un assist per Insigne: l’attaccante fa esplodere il San Paolo siglando il vantaggio.

Al 20’ Higuain sfiora il raddoppio con un potente tiro da fuori area. Lo Swansea si riprende e, dopo un salvataggio di Reina su tiro di Routledge dal limite, centra il pareggio al 41’ con Bony dalla distanza. Il primo tempo finisce 1-1 e sono gli ospiti ad avere momentaneamente la qualificazione in tasca.

Nella ripresa, dopo quattro minuti, De Guzman mette di nuovo in difficoltà la difesa napoletana. Al 14’ Benitez effettua il primo cambio: dentro Hamsik, fuori Pandev. Anche lo Swansea modifica la formazione con Dyer al posto di Routledge. Al 20’ viene deviato in angolo un sinistro di Insigne, quest’ultimo che, poco dopo, cede il testimone a Mertens. Si arriva al 24’ e si levano i fischi dei tifosi azzurri per la lentezza con cui Taylor esce dal campo per Emnes.

Dopo la mezz’ora il Napoli cambia marcia e, al 33’, dall’asse Hamisk-Mertens esce un rimpallo che mette in condizione Higuain di calciare un destro al volo: è il 2-1. Girandola di cambi: per lo Swansea entra Pozelo al posto di De Guzman, per il Napoli Callejon lascia per Britos. Proprio quest’ultimo sfiora, al 41’, l’autogol di testa ma Reina sventa il disastro.

Gli azzurri si difendono praticamente in 11, a parte una folata offensiva, al 44’, che vede Higuain divorarsi un gol a porta vuota su passaggio di Hamsik. L’arbitro concede tre minuti di recupero, si arriva al 48’ e Inler, in contropiede, chiude i conti superando Vorm e infilando di sinistro. Napoli qualificato, agli ottavi c’è il Porto.

Benitez. “Lo Swansea è una squadra difficile da battere, sapevamo che sarebbe stata dura. Loro non avevano niente da perdere e con la qualità che hanno nei passaggi e nella velocità puntavano ad attendere il nostro minimo sbaglio. Dopo un primo tempo sofferto, nella ripresa siamo riusciti a trovare spazio. Il Porto? E’ sempre una squadra fortissima, con esperienza internazionale e sarà difficilissimo soprattutto in casa loro”, il commento di Benitez.

Reina.Al termine del match parla il portiere spagnolo, autore di spettacolari interventi: “Siamo una squadra con una mentalità offensiva e subiamo un po’ in difesa. Lo Swansea ha giocato bene, palleggia bene e non è facile pressarli. Abbiamo sofferto sì, ma alla fine siamo stati in partita e siamo andati avanti. Tutta la partita ho pensato che non potevamo farcela, abbiamo meritato però. Tutte le parate sono importanti, forse sul gol potevo fare meglio. Il Napoli? Ancora questa domanda? E’ bellissimo essere qui, alla fine parleremo con il Napoli, con il Liverpool e decideremo. Con il Porto sarà dura, è bellissimo giocare con queste squadre. Per migliorare in fase difensiva tutta la squadra deve difendere”.

Inler. L’autore del 3-1, Inler, commenta: “Abbiamo sofferto alla fine tantissimo. Abbiamo avuto tante occasioni e poi quelle due azioni alla fine dovevamo segnare. Per fortuna alla terza sono riuscito a chiuderla. Sapevamo che loro erano forti, che facevano girare benissimo la palla. In Inghilterra giocano molto bene. Per passare il turno devi rischiare unpo’, dobbiamo lavorare meglio in fasedifensiva è vero. Il Porto? Loro sono molto forti, un altro turno con una grande sofferenza”.

Insigne. Il “Lorenzo di Coppa”, Insigne, l’unico italiano a segnare nelle quattro competizioni tra Italia ed Europa, dedica la vittoria a Reina “che ha dato un grande contributo”.

Lazio fuori. A Sofia, invece, la Lazio esce dalla competizione, pareggiando 3-3 e scontando lo 0-1 dell’andata. I gol: 1′ Keita, 54′ Perea, 67′ Bezjak, 78′ Zlatinski, 82′ Klose, 88′ Juninho Quixada.

Risultati ritorno sedicesimi

Rubin Kazan (Rus)-Betis Siviglia (Spa) 0-2 (andata 1-1: Betis qualificato);
Ludogorets Razgrad (Bul)-Lazio 3-3 (andata 1-0: Ludogorets qualificato);
Napoli-Swansea City (Gal) 3-1 (andata 0-0: Napoli qualificato);
Shakhtar Donetsk (Ukr)-Viktoria Plzen (Cec) 1-2 (andata 1-1: Viktoria Plzen qualificato);
Basilea (Svi)-Maccabi Tel-Aviv (Isr) 3-0 (andata 0-0: Basilea qualificato);
Eintracht Francoforte (Ger)-Porto (Por) 3-3 (andata 2-2: Porto qualificato);
Siviglia (Spa)-NK Maribor (Slv) 2-1 (andata 2-2: Siviglia qualificato);
Salisburgo (Aut)-Ajax Amsterdam (Ola) 3-1 (andata 3-0: Salisburgo qualificato).

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico