Portici

Furto al Comune: rubati carte di identità e denaro contante

 Carinaro. 341 tessere e qualche migliaia di euro: questo il bilancio del furto avvenuto l’altra notte nella casa comunale di Carinaro.

Ignoti avrebbero agito nel week end, anche se è ancora da accertare il momento esatto in cui si sono introdotti nell’edificio.

Un’ipotesi è che avrebbero trovato l’accesso da una porticina in ferro presente nel cortile retrostante la struttura, aprendosi un varco con l’utilizzo di una fiamma ossidrica. Una volta all’interno hanno preso di mira prima l’ufficio anagrafe, sito al piano terra, e poi quello della ragioneria, al piano superiore. Dopo aver asportato le carte di identità in bianco e il denaro contante, hanno anche trovato il tempo di svuotare la cisterna contenente il gasolio per l’impianto di riscaldamento. Si suppone, dunque, che i malviventi siano giunti sul posto a bordo di un’autocisterna.

Delle indagini si occupano i carabinieri della locale stazione che hanno eseguito i rilievi insieme ai colleghi della scientifica. Un episodio che non è nuovo a Carinaro: già 10 anni fa, quando era in carica l’amministrazione Affinito, ignoti si introdussero all’interno dell’edificio operando un furto analogo. Sconcertato il sindaco, Mario Masi, il quale ha dichiarato che proprio nei giorni scorsi era stato approvato l’appalto che, nell’ambito dei lavori di ristrutturazione della casa comunale, prevedeva anche la realizzazione di un impianto di videosorveglianza.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico