San Giorgio a Cremano - San Sebastiano al Vesuvio

“E’ nata una stella”: San Giorgio ricorda Troisi

Massimo TroisiNapoli. In omaggio a Massimo Troisi, in occasione dell’anniversario della nascita (19 febbraio 1953), come ogni anno l’amministrazione comunale di San Giorgio a Cremano (Napoli) promuove l’iniziativa “E’ nata una stella”.

La manifestazione ha preso nel tempo la forma di un suggestivo momento di commemorazione, per mantenere viva la figura dell’artista presso le nuove generazioni e rinnovare la sua arte attraverso, incontri testimonianze e proiezioni, coinvolgendo le scuole del territorio e la cittadinanza tutta. Il programma delle iniziative è stato presentato nelle scorse ore al “Gran Caffè Gambrinus” di Napoli dal sindaco Mimmo Giorgiano, dal vicesindaco Giorgio Zinno, da uno degli amici storici di Troisi, Costantino Punzo.

Le attività organizzate per la giornata di mercoledì prevedono, alle 12, la tradizionale deposizione di un omaggio floreale sulla tomba dell’attore e l’accensione di un fascio di luce dal monumento funebre fatto costruire in suo onore nella nuova ala del cimitero cittadino, a simboleggiare il rapporto tra San Giorgio a Cremano e Massimo, tra la terra ed il cielo.

Alle 18.30, nella biblioteca di cultura vesuviana di Villa Bruno, si terrà un evento in ricordo di Troisi intitolato “Buon compleanno Massimo”, che sarà condotto da Gianni Simioli ed alla quale prenderanno parte amici e colleghi di Troisi. Saranno presenti Alfredo Cozzolino, Costantino Punzo e Peppe Borrelli, che conobbero da vicino Massimo nella sua infanzia e gioventù, mentre saranno proiettati gli auguri di buon compleanno a Troisi da parte di alcuni nomi noti della comicità napoletana, da Paolo Caiazzo a Pino Imperatore, da Nunzia Schiano a Salvatore Misticone, da Mimmo Esposito a Loredana Simioli.

La giornalista cinematografica Mariagiovanna Capone e la docente universitaria Giuseppina Scognamiglio, coautrice del testo “Le vie di Troisi sono infinite”, racconteranno alla platea perché i film, gli sketch, le rappresentazioni teatrali hanno avuto così grande successo ed hanno saputo far presa su un pubblico così vasto.

VIDEO

La novità di quest’anno è il coinvolgimento delle scuole nel progetto. L’intendimento è quello di tramandare la sua arte, inserendolo nel novero degli artisti partenopei dall’imperitura memoria, agendo sulle nuove generazioni venute al mondo dopo la sua prematura morte. Pertanto, con l’ausilio dell’assessorato alle politiche scolastiche, sono stati coinvolti gli istituti comprensivi del territorio ed è stato chiesto agli studenti di elaborare un pensiero in ricordo dell’artista concittadino in base alle loro conoscenze, dei “sentito dire”, del “sentire comune”.

Gli elaborati più significativi saranno letti in mattinata nel corso della trasmissione radiofonica “La radiazza”, in onda su Radio Marte tutti i giorni in orario mattutino. Alcuni dei “piccoli autori” dei pensieri parteciperanno alla serata di domani e saranno invitati direttamente sul palco dal conduttore per la lettura del proprio componimento ed una breve riflessione su Massimo.

“Il rapporto con le scuole è stato molto proficuo e ci rende orgogliosi. – ha detto Giorgiano – In poche settimane sono arrivati oltre 400 elaborati, che rendono bene l’idea di quanto i giovani sangiorgesi che non hanno potuto conoscere Troisi sentano comunque vicina a loro la sua figura. Noi anche quest’anno lo ricorderemo nella maniera migliore, nell’attesa di rilanciare il Premio Massimo Troisi, grazie al fattivo contributo della Regione Campania, che ci ha promesso di tornare ad impegnarsi per sostenere quello che era diventato un evento artistico di caratura nazionale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico