Aversa

Residui di potatura abbandonati su marciapiedi: denuncia di Dello Vicario

 Aversa. Rami e foglie accumulati lungo marciapiedi di via Corcioni, via Cilea e via Verdi, rendendo impossibile il passaggio dei pedoni e rappresentando un problema di igiene per residenti e commercianti.

E’ la situazione, creatasi dopo gli interventi di potatura da parte del Comune, che denuncia, in un’interrogazione, il consigliere comunale Gianpaolo Dello Vicario.

Premettendo che in bilancio vi è “la totale assenza di fondi per la manutenzione di aree a verde e per la potatura di alberi e di interventi successivi, che “lo stato in cui si trova gran parte di territorio della città (sempre più ‘modello amazzonia’) con erba alta, sporcizia diffusa, rami di alberi sporgenti o depositati sui marciapiedi, che creano, tra l’altro, notevoli pericoli, e del moltiplicarsi di insetti alati nocivi e molesti; oltre allo “stato precario” in cui si trovano i marciapiedi, Dello Vicario pone al sindaco i seguenti quesiti: “Qual è il motivo ostativo che impedisce l’intervento immediato a seguito della potatura?; Di chi è la responsabilità in caso di incidenti a pedoni che non possono usufruire dei marciapiedi per il loro transito? Qual è il cronoprogramma adottato dalla squadra di operai addetti alla manutenzione del verde pubblico che prima intervenivano con cadenza fissa e nei periodi in cui è possibile effettuare la potatura?; Qual è il criterio della potatura e chi la esegue ha delle competenze specifiche? Di chi è la responsabilità operativa e l’organizzazione circa le attività di coordinamento per la pulizia e manutenzione?”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Ospedale Aversa, la dirigente Maffeo: “In un anno e tre mesi è stato fatto un lavoro enorme” https://t.co/lfeEOZwxuh

Aversa, bufera sul bando Puc: insorge associazione nazionale urbanisti https://t.co/xsU4TiX6LY

Aversa, investita e uccisa. Il parroco al pirata della strada: “Costituisciti” https://t.co/9dpxKRSYBM

Aversa, edificio a rischio: sindaco indagato. De Cristofaro: “Sono tranquillo, già mi ero attivato per risolvere” https://t.co/CBCMs8N6sY

Condividi con un amico