Aversa

Asfalto in Via Roma, Vargas auspica atto provocatorio come a Praga

 Aversa. “Un atto provocatorio contro la protervia”. Questo quanto ha chiesto agli aversani l’architetto Davide Vargas in merito alle toppe di asfalto che fanno bella mostra in via Roma, in una dichiarazione ad un quotidiano.

Qual è questo “atto provocatorio”? Ricordando quanto già avvenuto a Praga, il professionista aversano evidenzia che nella capitale ceca le toppe di asfalto sono state colorate da cittadini volontari ed auspica un’iniziativa simile anche nella nostra città. Un invito che le diverse associazioni cittadine che si sono dette contrarie all’asfalto, così anche le forze politiche cittadine di opposizione e semplici cittadini dovrebbe cogliere al volo.

Perché non armarsi, allora, di vernici dai colori vivaci e pennelli per rendere meno lugubre un intervento che ha provocato reazioni negative in tutta la città ad eccezione di 29 professionisti più o meno legati all’entourage della maggioranza, come lo stesso assessore Elia Barbato, che è soprattutto un addetti ai lavori in qualità di ingegnere, ci ha fatto notare. Per gli aversani e le opposizioni l’occasione di dimostrare che non a loro non piace solo parlare ma anche agire.

Lo stesso Vargas, infine, da noi interpellato ha tenuto ad evidenziare che “anche gli interventi provvisori possono essere eseguiti senza sciatteria, prendendosi cura dell’estetica. Basti pensare alle recinzioni dei cantieri (che sono la cosa più provvisoria che esiste) che oggi vengono curate e abbellite con disegni e foto”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Elezioni Lusciano, Esposito e Inviti presentano le liste: ecco i candidati https://t.co/ENZEMhmAf8

Carinaro (CE) - Artigianato campano: convegno con Stefano Graziano (12.05.18) https://t.co/wDR1PwaUy4

Casapesenna, De Rosa: "Rischio dissesto è frutto della fantasia di Piccolo" - https://t.co/j0otHz9rye

Carinaro, artigianato campano: convegno con Stefano Graziano - https://t.co/NkS9rJBAll

Condividi con un amico