Sant’Arpino

Di Santo resta ai domiciliari: giudice nega la scarcerazione

 Sant’Arpino. Il giudice ha respinto la richiesta di revoca degli arresti domiciliari per il sindaco di Sant’Arpino e consigliere provinciale Eugenio Di Santo, arrestato lo scorso 21 dicembre per tentata concussione ai danni del gestore del servizio di refezione scolastica.

Modificato anche il capo di accusa: da concussione in tentata induzione indebita a dare o promettere utilità. Secondo gli investigatori, in cambio di un bracciale di diamanti, modello “tennis”, il primo cittadino avrebbe “favorito” un imprenditore di Lusciano aggiudicatario dell’appalto per la mensa nelle scuole cittadine.

Agli atti dell’indagine, condotta dai carabinieri della compagnia di Marcianise e del reparto territoriale di Aversa, anche delle intercettazioni ambientali in cui il dialogo tra il sindaco e l’imprenditore discutono, appunto, del bracciale.

Articoli correlati

Chiede bracciale di diamanti, il sindaco Di Santo arrestato per concussione di Redazione del 21/12/2013

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Teverola, Di Matteo: "Città ferita, servizi e opere pubbliche negati ai cittadini" - https://t.co/nrH14BzwUP

Napoli - Famiglia e Società 4.0: un progetto per orientare utenti sul web (22.01.19) https://t.co/Vh53T9TEkl

Governo presenta Reddito di Cittadinanza: "In caso di recessione metteremo in sicurezza i più deboli" - https://t.co/MX6WvToyoR

Di Maio: "Lino Banfi nella commissione Unesco". L'attore: "L'ho conosciuto in orecchietteria" - https://t.co/j19nu5x3lq

Condividi con un amico