Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Centro commerciale naturale, intesa Marcianise-Capodrise

Biagino TartaglioneMarcianise. Per il rilancio dell’economia locale il sindaco Antonio De Angelis parte dalla valorizzazione del centri commerciali naturali.

Su iniziativa del primo cittadino, in collaborazione con l’assessore alle Attività produttive, Biagino Tartaglione, l’esecutivo parteciperà ad un bando regionale finalizzato alla loro rivitalizzazione ed al loro sviluppo. Attraverso i finanziamenti disponibili, che non potranno superare però il limite di 300mila euro per singolo progetto accettato, l’Ente potrà promuovere interventi per valorizzare le aree di locazione dei centri commerciali naturali. Nello specifico sarà possibile: realizzare nuovi parcheggi; riqualificare l’arredo urbano ed il verde pubblico; abbattere le barriere architettoniche; ristrutturare immobili di proprietà dell’Ente per destinarli a punti informativi; recuperare spazi e piazze per l’organizzazione di eventi culturali. Tra i requisiti richiesti per la presentazione delle istanze un numero di abitanti superiore ai 50mila, raggiungibile anche mediante un’associazione tra Comuni.

A tal fine nella serata del 23 gennaio, De Angelis ha incontrato il primo cittadino della vicina Capodrise, Angelo Crescente, ed il suo vice, Sossio Colella, ricevendo da entrambi piena disponibilità in merito. Nella stessa mattina l’assessore Tartaglione aveva incontrato i rappresentanti degli esercenti illustrando loro il bando ed il relativo progetto dell’amministrazione.

“Riteniamo – commenta Tartaglione – di poter accedere a finanziamenti che riqualificando le aree di ubicazione del centro commerciale naturale, daranno nuovo impulso all’economia locale. E’ questo solo il primo, ma non unico, dei provvedimenti che intendiamo adottare”.

Il progetto è in linea con quanto avviato quattro anni fa, ed a tal proposito ha voluto congratularsi per l’iniziativa e l’impegno profuso dal sindaco De Angelis, anche il consigliere Tommaso Acconcia, facente parte all’epoca del Pl, gruppo che deteneva la delega alle Attività produttive: “All’epoca dei fatti, fu espletato lo stesso iter, coinvolgendo le associazioni di categoria. Per contingenze politico- amministrative non fu raggiunto l’obiettivo finale che, ci auguriamo riesca adesso”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Marano, sequestrata villa a prestanome del clan Polverino - https://t.co/2QEKgPchcq

Campania, pressioni su nomina Asl: condannato Paolo Romano, ex presidente Consiglio Regionale - https://t.co/eMMMsoYqCs

Castel Volturno, approvati finanziamenti per riqualificazione strade comunali - https://t.co/31xb3QbseP

Cesa, sicurezza urbana: 290mila euro per videosorveglianza - https://t.co/P2bA5pU3pf

Condividi con un amico