Frignano - Villa di Briano

Magliulo: “I nostri prodotti sono sicuri”

 Villa di Briano. “È vero che la camorra ci ammazza togliendoci le libertà personali, inquinando l’economia e, adesso, anche attraverso i rifiuti, ma è altrettanto vero che gli agricoltori e le aziende nazionali che acquistano qui si stanno tutelando facendo analizzare prodotti e terreni: i riscontri ottenuti sanciscono che quanto proviene da questo territorio è sicuramente un prodotto sano”.

Lo ha detto Dionigi Magliulo, sindaco di Villa di Briano dove, da lunedì mattina, carabinieri e corpo forestale dello Stato, su disposizione della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, stanno cercando veleni interrati in alcuni terreni vicini la strada statale 7 bis Nola-Villa Literno.

“Alcuni agricoltori del nostro territorio – ha aggiunto il sindaco – per mettere in commercio i prodotti coltivati sui nostri terreni, in particolare pomodori, hanno fatto analizzare terreni e ortaggi. Lo stesso hanno anche fatto aziende di trasformazione di levatura nazionale che acquistano da noi. I riscontri ottenuti dalle analisi sanciscono che i prodotti sono sani”, ha poi sottolineato Magliulo. “Ho chiesto a questi agricoltori – ha annunciato il sindaco di Villa di Briano – di farmi avere i risultati delle analisi per presentarli in un incontro pubblico che testimonierà l’affidabilità della filiera agroalimentare del nostro territorio soprattutto per quanto riguarda la tutela della salute del consumatore”. “Che i nostri prodotti non siano inquinati, peraltro, – aggiunge il sindaco – lo dicono anche le analisi eseguite dall’Asl”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Traffico di rifiuti nel Lazio: arresti a Roma, Rieti e Latina - https://t.co/gZndwb1IX2

Incidente su Catania-Messina: 3 morti, tra cui un agente Polstrada - https://t.co/jgIAU8zww5

Pescara, omicidio Alessandro Neri: 6 arresti per droga, armi ed estorsione - https://t.co/JRxv4DZvJG

Bronte, spaccio di droga: 12 arresti in operazione "Sciarotta" - https://t.co/41naJnPEmU

Condividi con un amico