Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Estorsione ad un pasticciere: condannato il figlio di “Sandokan”

 Casal di Principe. Carmine Schiavone, figlio del boss del clan dei casalesi Francesco Schiavone, detto “Sandokan”, è stato condannato a 6 anni e 8 mesi di reclusione per estorsione aggravata dal gup Alessandra Ferri del Tribunale di Napoli al termine del processo con rito abbreviato.

Accolte, in parte, le richieste del pm Annamaria Lucchetta. Il giudice lo ha ritenuto colpevole di estorsione aggravata nei confronti di un pasticciere dell’agro aversano.

Insieme a Carmine Schiavone (difeso dall’avvocato Mauro Iodice) sono state condannate anche altre persone tre persone, Costantino Diana (8 anni); Francesco Piccolo (6 anni) e Luigi D’Ambrosio (3 anni), quest’ultimo collaboratore di giustizia e grande accusatore del figlio di Sandokan. Il giudice non ha ritenuto Carmine Schiavone colpevole di un’altra estorsione, ai danni del titolare di una rivendita di pneumatici della stessa zona.

29 anni, alias “Carminotto ‘o Staffone”, Carmine Schiavone fu arrestato il 21 gennaio dello scorso anno, essendo considerato l’allora reggente del clan dei casalesi dopo l’arresto del fratello maggiore Nicola.

L’uscita dalla caserma, il bacio di Sandokan Junior(21.01.14) – VIDEO

L’uscita dalla caserma di Sandokan Junior (21.01.14) – VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Cesa, esercitazione provinciale di Protezione Civile: fervono i preparativi - https://t.co/fFqrhDcNCq

Enna, spaccio di droga autorizzato clan mafioso di Pietraperzia: 8 arresti - https://t.co/mdWKpIBsy0

Bisceglie, prodotti ittici scaduti e mal conservati: sequestro in ristorante giapponese - https://t.co/Q2H4AP5yJZ

Cremona, palpeggiava e minacciava dottoresse dell'ospedale: arrestato molestatore - https://t.co/1hJJkMe7Up

Condividi con un amico