Campania

Posillipo, investì e uccise rapinatori: verso il rinvio a giudizio

 Napoli. Sette mesi dopo la morte del 18enne Alessandro Riccio e del 17enne Emanuele Scarallo, la Procura si appresta a chiedere il rinvio a giudizio di Leonardo Mirti, che dovrà rispondere di omicidio volontario.

Per i magistrati non ci sono dubbi sullo scontro di via Posillipo, avvenuto nella notte tra il 9 e 10 agosto 2013. Mirti, alla guida di una Smart, travolse con la vettura i due ragazzi dopo che questi avevano tentato di rapinargli l’auto, riuscendo a strappare l’iPhone della fidanzata, mentre la coppietta era in un momento di intimità.

Le immagini di videosorveglianza, diffuse qualche settimana dopo l’episodio, mostrano come la piccola vettura, a velocità elevata, insegue e sperona lo scooter in sella al quale c’erano i rapinatori, sbalzati in aria e finiti contro il muro, mentre la Smart prosegue la corsa investendo i paletti dissuasori lungo la strada. Il video conferma, tra l’altro, che nei momenti successivi allo schianto alcune auto sono passate davanti ai corpi dei due giovani a terra, senza fermarsi forse per paura o per indifferenza.

Rapinatori uccisi in Via Posillipo, il filmato dello scontro (05.09.2013)

Rapinatori uccisi in Via Posillipo, servizio del 12.08.2013

Rapinatori uccisi in Via Posillipo, servizio del 12.08.2013

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Frattamaggiore, la truffa del "pellet fantasma" da 2 milioni di euro - https://t.co/U5wWXwvoZN

"Le radici cristiane della nostra terra": incontro a Frattaminore con Gianfranco Amato - https://t.co/kJEamWJK8g

Mafia, colpo al clan di Giarre: affiliati tatuati con un "bacio" - https://t.co/hSlixSWGIp

Porto Recanati, spaccio di droga: arrestati 3 pachistani - https://t.co/74Bv8AQja6

Condividi con un amico