Aversa

Pd, ecco il nuovo direttivo del circolo aversano

Carmine EspositoAversa. “Con un dibattito vero e su una prospettiva finalmente unitaria abbiamo gettato le basi per aprire una nuova stagione del centrosinistra ad Aversa”.

Con queste parole esordisce Carmine Esposito, il segretario del circolo di Aversa del Partito Democratico a poche ore dalla riconferma votata dagli iscritti a conclusione del congresso cittadino andato in scena per tutta la giornata di ieri.

“In pochi mesi – spiega Esposito – siamo riusciti a ricostruire l’unità del circolo come testimoniato dalla nomina a presidente di Elena Caterino e dalla presenza di una sola lista per i componenti del direttivo. L’unità è il presupposto fondamentale per iniziare a mettere in pratica quei principi che abbiamo enunciato ieri e cioè: conoscenza, radicamento e concretezza”.

Il nuovo Pd Aversa è chiamato ad operare nel solco della continuità: “Un’azione ferrea di opposizione all’amministrazione Sagliocco sul cui operato abbiamo un giudizio totalmente negativo. Un’azione che finalmente metta al centro le competenze dei singoli, valorizzandole. Ogni iscritto, ogni cittadino deve capire che soltanto partecipando, soltanto non restando a guardare, potremo crescere e rendere maggioritaria la nostra idea di città. Una città più vivibile, accogliente, solidale ed inclusiva. Dove non trovino casa le discriminazioni, dove l’amministrazione pubblica metta al centro il bene comune e non l’interesse particolare di pochi. Abbiamo scelto come slogan congressuale una celebre citazione di Majakovskij ed è nostra ferma intenzione metterla in pratica. Abbiamo già annunciato l’intenzione di avviare gazebo itineranti perché per troppi anni la classe dirigente cittadina ha creduto che la città iniziasse e finisse in via Roma e Piazza Municipio ricordandosi delle altre zone soltanto durante le campagne elettorali. Abbiamo anche avviato un solido rapporto di collaborazione con l’associazionismo perché crediamo che la politica debba costantemente confrontarsi con la società civile e non essere chiusa e arroccata”.

In conclusione è doveroso un pensiero per le vittime della follia nazifascista: “Ricordiamo con grande commozione – conclude Esposito – le vittime dell’Olocausto. Tutti dobbiamo fare in modo che nessuno mai dimentichi a che livelli di follia possa arrivare l’uomo. Ricordo a tutti che Hitler aumentò le ore di educazione fisica riducendo quelle dedicate alle materie classiche. A noi il compito di far in modo che la formazione e la cultura delle giovani generazioni resti sempre una priorità delle classi dirigenti”.

Ecco il direttivo: Carlo Arpaia, Gennaro Bosso, Marco Caputo, Antimo Castaldo, Chiara Celentano, Teresa d’Aniello, Nicola De Novellis, Francesco Della Volpe, Francesco Di Gennaro, Gennaro Errichiello, Maurizio Esposito, Luigi Fadda, Pasquale Fiorenzano, Marco Girone, Francesco Liguori, Antonio Lucariello, Livia Mastrillo, Luigi Mazzarella, Federico Panarella, Mario Romano, Federico Russo, Nicola Russo, Roberto Sabatino, Luigi Vaccaro.

In segreteria: Luca Ronga (mobilità, lavori pubblici, aree manicomiali e sicurezza urbana, urbanistica; Victor Gatto (cittadinanza attiva, legalità e giustizia), Gennaro Bosso (scuola e università), Mario Romano (tributi e sviluppo economico), Alfonso Golia (ambiente e politiche sociali), Luigi Fadda (comunicazione). Coordinatore Segreteria Alfonso Golia; Elena Caterino presidente di sezione; tesoriere Vincenzo Lucca; segretario cittadino Carmine Esposito.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Aversa, violenza sulle donne: #NonSeiSola incontra studenti e inaugura "Panchina Rossa" - https://t.co/vVt07BiWVP

Energia pulita, Commissione Ue stanzia altri 2 miliardi grazie a emendamento di Caputo - https://t.co/RJZEaQMX5P

Aversa, trasformare la Maddalena in un parco urbano: ecco la proposta - https://t.co/KpnvQw6vY9

Carinaro, la Pro Loco Sant'Eufemia si rinnova: Compagnone eletto presidente - https://t.co/VISeuXZa1J

Condividi con un amico