Aversa

Arredi danneggiati e non sostituiti: Morra critica l’amministrazione

 Aversa. “Continua la politica cittadina fatta di comunicati ed annunci non seguiti da fatti concreti”.

Esordisce così Gennaro Morra, ex assessore alla polizia municipale ed ex commissario cittadino dell’Udc, insieme a Mimmo Bisceglia, che ancora una volta punta il dito sull’inefficienza dell’attività amministrativa della giunta Sagliocco.

A stimolare la nuova polemica è l’intervento messo in atto dall’amministrazione per riparare il danno prodotto da un’autovettura ignota che, circa tre settimane fa, ha abbattuto un palo su cui era installata una telecamera di sorveglianza, un cestino getta carte e un lampione dell’impianto di illuminazione stradale collocati tutti in un medesimo punto: in via Roma angolo con via Raffaello.

“Ancora una volta l’amministrazione ha risolto il problema – dice Morra – non sostituendo, come sarebbe stato normale, gli elementi danneggiati ma eliminandoli completamente e coprendo i fori lasciati dai pali divelti con del cemento”. “Un sistema – ricorda l’ex componente della giunta – che aveva già adottato in via Garibaldi dove, nel mese di luglio, era stato abbattuto pale dell’illuminazione pubblica e una serie di paletti dissuasori che non hanno avuto sostituzione. Anche lì il problema è stato risolto tappando con del cemento il foro lasciato dal palo divelto”.

Un sistema di risolvere le problematiche cittadine che, dice Morra, “evidenzia l’inefficienza dell’amministrazione che ancora una volta attraverso i media, ha informato la cittadinanza dell’imminente avvio di lavori annunciati a gennaio di un anno fa, quali sono quelli di risistemazione di via Vito di Jasi, viale Olimpico, via Roma”.

“Lavori mai partiti per una presunta inefficienza della stazione unica appaltante dalla quale – continua l’esponente dell’Udc – Aversa non riesce ad affrancarsi pur avendo, in più occasioni, il sindaco ha annunciato di voler rinunciare di far parte per tornare al vecchio metodo della assegnazione dei lavori da parte di una commissione comunale”.

Ma non è questo l’unico punto in cui per Morra l’amministrazione dimostrerebbe inefficienza. “C’è il problema della polizia municipale che da mesi chiede – ricorda l’ex assessore al ramo – chiarezza per quanto riguarda i compiti ad essa assegnati che non possono essere quelli della semplice vigilanza nelle aree della ztl dove sono costretti a sorvegliare le transenne”.

”La polizia municipale merita più di semplici parole di elogio, espresse nelle conferenze stampa, merita – dice Morra – di essere potenziata nel personale e nelle attrezzature che non sono solo due automobili nuove, due sirene sostituite su auto prive di uno strumento di lavoro essenziale e divise”. Per garantire sicurezza la polizia municipale deve lavorare in sicurezza e gli agenti devono poter operare in maniera organizzata e coordinata come chiedono da mesi i rappresentanti sindacali”.

“Se questo non accade e se agli annunci non seguono fatti concreti, in tempi brevi, è inutile che il sindaco continui a ricordare alla cittadinanza il bel lavoro fatto in via Guido Rossa, l’utilizzazione dell’edificio destinato al Suap o l’avvio dei lavori in piazza Crispi da parte della società che ha acquistato l’ex deposito della Actp”.

“Non si può vivere di ricordi. La cittadinanza desidera fatti e i misfatti, come l’inefficienza del servizio di igiene urbana o il caos creato dalla sosta selvaggia non sanzionata in alcun punto della città, esista o meno il divieto di sosta, sono sotto gli occhi di tutti”, conclude Morra.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Frattamaggiore, la truffa del "pellet fantasma" da 2 milioni di euro - https://t.co/U5wWXwvoZN

"Le radici cristiane della nostra terra": incontro a Frattaminore con Gianfranco Amato - https://t.co/kJEamWJK8g

Mafia, colpo al clan di Giarre: affiliati tatuati con un "bacio" - https://t.co/hSlixSWGIp

Porto Recanati, spaccio di droga: arrestati 3 pachistani - https://t.co/74Bv8AQja6

Condividi con un amico