Sant’Arpino

Rinascita esprime solidarieta’ a imprenditore che ha denunciato Di Santo

 Sant’Arpino. Ancora vive nei nostri occhi le immagini dei notiziari locali, nazionali e internazionali che sabato 21 dicembre annunciavano l’arresto del nostro sindaco per tentata concussione.

Notizia che oltre a scuoterci, prima nell’animo e poi nella mente, ci ha lasciato senza parole. Un silenzio assordante da parte di tutta la società civile, che ha trovato solo la forza di esprimere un flebile messaggio di solidarietà. Persuasi dal clima di benevolenza natalizio, ancora oggi siamo silenti e sordi a quelle intercettazioni che ormai hanno fatto il giro del mondo.

Per questo anche noi di Rinascita Santarpinese, garantisti su tutto e su tutti, a cui non spetta l’insindacabile giudizio, vogliamo inviare il nostro personale messaggio di solidarietà.

Esprimiamo solidarietà a te, perché sicuramente non sarà stato facile vivere questi giorni, isolato da tutti e circondato solo dai tuoi cari. Esprimiamo solidarietà a te, per l’accanimento riservatoti nell’apostrofarti Traditore. Esprimiamo solidarietà a te, per il silenzio omertoso che ti abbiamo riservato. Esprimiamo solidarietà a te, perché hai sempre combattuto in nome della legalità.

Esprimiamo solidarietà a te, perché hai dato un segnale forte di rinascita e di riscatto ad un territorio troppe volte assopito e distratto. Esprimiamo solidarietà a te, per non aver anteposto i tuoi interessi personali a quelli della collettività. Esprimiamo solidarietà a te perché per noi tutti sarebbe stato più facile e conveniente “lavorare in prospettiva” e cedere alle avance speculando sulla mensa dei nostri figli.

Esprimiamo solidarietà a te, caro Francesco, a tegiovane imprenditore, per aver scosso le nostre coscienze intorpidite e per aver contribuito a rendere questo paese migliore per il bene dei nostri figli.

Rinascita Santarpinese

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico