Sant’Arpino

Contramunnezza semina aglio contro i “vampiri dell’ambiente”

 SANT’ARPINO. Il Comitato “Contramunnezza”, inserito nel coordinamento campano, ha partecipato attivamente alle recenti manifestazioni che tanto risalto hanno avuto sugli organi di informazione nazionali.

Ma l’attività del coordinamento e del Comitato non si limita a questo. Continua l’attività di studio, informazione, sensibilizzazione e proposizione. Recentemente una delegazione ha incontrato la presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, per illustrarle direttamente lo stato dell’arte. Il governo, la regione Campania, le province e i comuni stanno mettendo in campo diverse azioni. E’di poche ore fa l’approvazione del decreto che però non tiene in debito conto i punti del coordinamento. Bisogna porre con forza la massima attenzione sull’utilizzo dei fondi e sulla reale attuazione delle intenzioni.
I cittadini chiedono trasparenza e coinvolgimento. E su questo punto che ancora una volta il nostro Comitato si fa portavoce, continuando la strada aperta con la raccolta delle firme e il Consiglio Comunale aperto di due anni fa.
L’amministrazione del nostro Comune ha annunciato nelle ultime settimane alcuni provvedimenti che vanno nella direzione delle richieste della nostra petizione: Ristrutturazione dell’ecocentro; Potenziamento dell’impianto di videosorveglianza; Installazione di impianti per l’utilizzo delle energie rinnovabili; Censimento dell’amianto; Campagna di informazione sul corretto acquisto e smaltimento degli pneumatici; Recupero e valorizzazione degli edifici pubblici (ex Municipio) perché siano messi a disposizione della comunità. Bisogna però che quanto diffuso non resti una mera dichiarazioni di intenti e che si lavori con attenzione e determinazione perché i risultati arrivino.
Il nostro comitato, anche nella direzione data dal coordinamento campano di cui fa parte, intende vigilare sulla realizzazione di questi obiettivi e soprattutto coinvolgere l’opinione pubblica rendendola partecipe e informata.
Abbiamo, quindi, pensato di convocare un incontro pubblico il prossimo sabato 7 dicembre, alle ore 10, all’ecocentro, nell’ottica degli intendimenti emersi da quel Consiglio comunale aperto. In quella sede chiederemo all’assessore Fioratti e ad altri rappresentanti dell’Amministrazione di illustrarci dettagliatamente tempi e modi di esecuzione dei provvedimenti di cui sopra e di fornirci anche i dati della tracciabilità dei materiali raccolti all’ecocentro, in modo da motivare ancor di più le persone alle buone pratiche di riciclo e smaltimento.
A questo proposito chiederemo anche di conoscere a che punto è il progetto di una tassazione più razionale e basata su principi di premialità. Coglieremo anche l’occasione per riprendere il discorso del Puc, sul quale ci sarebbe stata bisogno secondo noi di un maggiore campagna di informazione.
Il tema è fondamentale, e sarebbe il caso di rendere la discussione più ampia possibile a partire proprio dal questionario proposto dall’amministrazione, magari coinvolgendo anche le scuole e le altre agenzie educative Infine comunicheremo altri nostri progetti e proposte e gli altri risultati raggiunti dal Coordinamento campano alla luce delle già citate manifestazioni pubbliche grazie al lavoro dei comitati e soprattutto alla volontà dei cittadini si vede all’orizzonte la possibilità di un svolta per la nostra Terra. Ai nostri amministratori il compito di tradurla in fatti.
Il comitato “Contramunnezza”

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico