Caserta

Capodanno, sequestri 1,2 quintali di botti illegali nel Casertano

 Caserta. Erano sicuramente destinati ad essere fatti esplodere nei festeggiamenti di fine anno i 1200 chilogrammi di materiale pirotecnico trovato e sequestrato dai finanzieri della compagnia di Caserta nel corso di due distinte operazioni condotte negli ultimi giorni.

L’attività si inserisce nell’ambito di un piano di intensificazione dei controlli in materia di contrasto alla commercializzazione abusiva di materiali esplodenti, predisposta e coordinata dal comando provinciale, in tutto il territorio casertano storicamente interessato dal fenomeno illegale a tutela dell’incolumità pubblica e dei cittadini.

Tanti, negli ultimi giorni, i controlli eseguiti negli esercizi commerciali della zona: particolare attenzione è stata posta alla sicurezza nella detenzione dei materiali esplosivi che per la loro estrema pericolosità, possono causare ingenti danni a cose e soprattutto alle persone. Ed è proprio nell’ambito di questi controlli che sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro gli oltre 1200 chilogrammi di fuochi pirotecnici – fra cui fuochi pirici di quarta e quinta categoria e materiale esplodente fabbricato artigianalmente privo di omologazione e classificazione, alcuni dei quali contenenti elevatissimo quantitativo di carica deflagrante.

Tutto il materiale era stoccato all’interno di duebox/garage adiacenti a civili abitazioni, ubicati rispettivamente a Caserta e nella vicina Macerata Campania, ed era detenuto in mancanza delle prescritte licenze di fabbricazione e vendita, non preventivamente denunciato all’autorità di pubblica sicurezza. I titolari dei due depositi sono stati denunciati.

Proseguirà, nel periodo delle festività natalizie, l’intensificazione delle attività di controllo su tutta la provincia casertana che ha permesso di sequestrare ulteriori tre quintali di fuochi dalla compagnia di Capua.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico