Casagiove - Casapulla - Curti - San Prisco

Casapulla, grande partecipazione al convegno sul vescovo Natale

 Casapulla. Grande partecipazione di cittadini al convegno ‘Fulgida ascesa e tragico destino del Vescovo Michele Natale’, che si è tenuto nella serata di venerdì nella sala consiliare del Comune di Casapulla di piazza Municipio.

L’evento è stato organizzato della associazione culturale ‘Nuovo Umanesimo Casertano’, da ‘L’Unione Giuristi Cattolici’ di Caserta, dalla Pro Loco di Casapulla, guidata dal presidente Alessandro Orlando, dal movimento ‘Casapulla Domani’ del presidente Michele Sarogni, e dall’amministrazione, diretta dal sindaco Ferdinando Bosco.

Dopo i saluti iniziali del primo cittadino, di Orlando, Sarogni e Michele Santoro, la parola è passata a Gaetano Iannotta, presidente dell’Ugci Caserta e di Nuovo Umanesimo Casertano, che ha introdotto il convegno. Si è discusso dell’ascesa al potere clericale di Michele Natale (fu l’ultimo vescovo della diocesi di Vico Equense) e soprattutto del suo tragico destino. Avendo aderito allaRepubblica Napoletanadel1799, infatti, fu arrestato e imprigionato nel carcere dellaVicaria.

Dopo essere statodimesso dallo stato clericaleil 19 agosto, Michele Natale fu condannato a mortemedianteimpiccagione, il giorno seguente sullaPiazza del MercatodiNapoli. L’avvocato Iannotta, dopo un interessante intervento sulla figura dell’alto prelato, ha posto alcuni interrogativi sulla vita del cittadino casapullese: “Stasera – ha affermato – ricordiamo una figura importante non solo per Casapulla ma per tutta l’Italia. Negli anni, troppe controversie sono nate intorno al Vescovo Michele Natale, non un rivoluzionario nato ma un liberale illuminato. Questo grande personaggio, per fortuna, è stato rivalutato anche se ci sono ancora troppi silenzi”.

A chiudere il convegno è stato lo storico e saggista Mario Fabrizio, il quale ha fatto luce sulle dispute che negli anni hanno offuscato la figura dell’alto prelato, raccontando numerosi aneddoti legati alla vita del vescovo. “Casapullesi – ha affermato il professore – dovete essere fieri di Michele Natale, uomo morto per i suoi ideali”.

A questo punto, si è aperto un dibattito tra il pubblico presente in aula consiliare e i relatori del convegno. Particolarmente emozionante è stata la lettura di alcuni passaggi dell’opera di Natale ‘Catechismo Repubblicano’ da parte del moderatore dell’incontro Raffaele Raimondi e Rosa Smiraglia. Il presidente di Casapulla Domani Michele Sarogni, sempre con la collaborazione della Pro Loco e dell’amministrazione comunale, ha annunciato nuovi seminari su altri personaggi illustri locali come Musone, Stroffolini e Orsomando. Inoltre, ci saranno degli incontri dedicati a cittadini dei giorni nostri, Domenico Sbarra e don Raimondo Pasquariello. “Invito i giovani – ha riferito Sarogni – a partecipare perché da questi personaggi possono imparare veramente tanto”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico