Aversa

Tarsu, arriva cartella “leggera”. No Imu su prima casa

 AVERSA. In arrivo le cartelle per la Tarsu, la tassa sui rifiuti solidi urbani, che subirà una riduzione poco superiore all’1% grazie a premialità ottenute per una corretta raccolta differenziata.Ecco perché differenziare nel modo giusto fa bene non solo all’ambiente, ma anche ai contribuenti.

Il sindaco di Aversa, Giuseppe Sagliocco, e l’assessore alle finanze, Guido Rossi, spiegano quanto bisogna pagare, in termini di Imu e Tarsu, e le riduzioni che usufruiranno i cittadini aversani: “Il costo dell’intero ciclo di smaltimento e gestione dei rifiuti, per l’anno 2013, costa al Comune di Aversa e ai suoi cittadini 1,5milioni di euro in meno rispetto allo scorso anno nonostante su di esso incida una quota di 0,30 euro per metro quadro di competenza dello Stato centrale. Tale risparmio è stato possibile grazie alla riduzione del costo dei sacchetti per la differenziata, la riduzione del costo dei servizi straordinari come, per esempio, le pulizie straordinarie di aree pubbliche dove venivano abbandonati rifiuti e la conversione in risorsa di quelli che in passato rappresentavo dei costi, come lo smaltimento del vetro o l’ottimizzazione del recupero della carta e del cartone”.

Il Comune di Aversa ha colto l’opportunità concessa dal Legislatore, con la Legge 124 del 2013, adottando la Tarsu anziché la Tares determinando, per le famiglie aversane una minore incidenza di costo per il servizio di smaltimento dei rifiuti. “Inoltre l’amministrazione comunale adotterà la riscossione diretta della Tarsu, senza avvalersi più del concessionario Equitalia, ciò consentirà un rapporto, nonché riscontro, più diretto ed immediato con i contribuenti cittadini.

In questi giorni arriveranno, presso tutti i contribuenti aversani, gli avvisi di pagamento per la Tarsu 2013 per la quale è stata prevista la rateizzazione in tre scadenze (16 dicembre 2013, 28 febbraio 2014 e 30 aprile 2014) l’importo, inferiore rispetto allo scorso anno, è comprensivo sia del Tributo provinciale (5%) sia della sopracitata maggiorazione erariale (0,30 euro a metro quadrato).

In considerazione della prossimità della scadenza della prima rata (16 dicembre 2013) l’amministrazione comunale ha inteso consentire il pagamento della stessa, senza interessi ed ulteriori maggiorazioni, entro il 31 dicembre 2013”.

Il nucleo ambientale, istituito appositamente dall’amministrazione vigila sul corretto deposito dei rifiuti da parte dei cittadini e sulla corretta raccolta differenziata effettuata dalla ditta concessionaria del servizio. Sagliocco e Rossi, poi, chiariscono, in tema di Imu, quanto pagare.

“L’amministrazione comunale, per Imu (così come per l’addizionale comunale Irpef), ha confermato l’applicazione delle aliquote minime (0,4% sulla prima abitazione e 0,76% sugli altri edifici). Ciò comporta che i cittadini aversani che usufruiscono dell’esenzione per la prima casa, non dovranno versare nulla, a differenza degli altri comuni dove dovranno integrare l’aumento applicato dai comuni”. Di questi e di altri argomenti relativi al bilancio, il sindaco Sagliocco e l’assessore Rossi, così con gli altri componenti della giunta ed i dirigenti comunali, incontreranno la cittadinanza in un apposito incontro che si terrà sabato 14 dicembre, alle 10.30, nell’aula consiliare.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico