Aversa

Sagliocco: “La mia indennità da sempre alle parrocchie”

 Aversa. Sin dal suo insediamento, avvenuto nel maggio 2012, il sindaco di Aversa, Giuseppe Sagliocco, ha rinunciato all’indennità di carica da primo cittadino.

“Non c’è indennità che tenga. – ha detto Sagliocco – Fare il sindaco di Aversa è un grande onore per me. E non c’è stipendio che possa riconoscere il lavoro e lo sforzo messo in campo ogni giorno. Sto al passo con i tempi e mi sono imposto sin dal primo giorno sobrietà anche per segno di rispetto nei confronti dei cittadini che mi hanno scelto e soprattutto per stare al passo con i tempi, dato il momento di forte crisi economica”. L’indennità di carica, come da lui stesso indicato, viene, sin dallo scorso anno, donata alle parrocchie aversane che nei mesi estivi organizzano i grest – gruppi estivi.

“Ho subito sposato – ha detto il primo cittadino normanno – le attività di alcune parrocchie aversane dove vengono organizzate attività per bambini e ragazzi: giochi, gite, musica, pittura e tanto divertimento. Questo consente a molte famiglie che lavorano di inserire i propri figli in attività divertenti e sicure e di allontanarli da eventuali pericoli e dalla strada”.

Il Grest è il cosiddetto oratorio estivo. È un momento di fraternità tra persone di età compresa tra 5 e 16 anni. Dura alcune settimane durante le quali i ragazzi svolgono dei giochi e tante attività di intrattenimento. I ragazzi sono seguiti da animatori che seguono i ragazzi in momenti di canto, gioco e preghiera.

“Un grazie particolare – ha detto Sagliocco – a tutti ai parroci delle chiese di Santa Maria a Piazza, San Nicola, San Giuseppe Operaio, Santa Maria La Nova, San Giovanni Battista, Maria SS. Immacolata, San Michele Arcangelo, Maria SS. Di Costantinopoli e San Paolo che con il loro instancabile lavoro si mettono a servizio degli altri”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico