Aversa

Il duo flauto e chitarra Viti-Lombardi dal vivo alla Sun

 Aversa. Giovedì 19 dicembre, alle ore 18, nella Facoltà di Ingegneria di Aversa (Complesso dell’Annunziata) il chitarrista aversano Piero Viti e il flautista Salvatore Lombardi, presenteranno in concerto nell’ambito della manifestazione Natale ad Aversa 2013, organizzata dal Comune di Aversa, la loro recente incisione discografica intitolata “Il suono di Partenope”.

Il cd, prodotto dal Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino e registrato nello studio di registrazione dell’istituzione musicale irpina, sotto la guida del tecnico del suono Massimo Aluzzi, è l’ultima fatica discografica del duo Lombardi-Viti, formazione cameristica di fama internazionale, che ha all’attivo numerose incisioni e tournée concertistiche in tutto il mondo.

L’incisione è dedicata ad autori di area partenopea e siciliana, in un excursus che va dai maestri del ‘700 che hanno dedicato pagine al duo flauto e chitarra sino ai nostri giorni. Oltre all’omaggio alla figura del celebre maestro aversano Domenico Cimarosa, di cui il duo Lombardi-Viti presenta le trascrizioni d’epoca per flauto e chitarra realizzate da un altro grande musicista dell’Ottocento, il chitarrista napoletano Ferdinando Carulli, tratte dalle Ouvertures dal Matrimonio Segreto e dagli Orazi e Curiazi (quest’ultima in assoluta anteprima, in prima registrazione mondiale), il programma dell’incisione tocca un altro grande esponente della chitarra ottocentesca, il pugliese Mauro Giuliani, che trascorse gli ultimi anni della sua vita, dopo i successi viennesi, a Napoli. Di Giuliani, Lombardi e Viti presentano uno dei maggiori lavori dedicati dal musicista a questa formazione, l’ampia e impegnativa Serenade op.127, scritta dal compositore proprio durante il periodo del suo soggiorno napoletano. Completano la scaletta alcune novità tutte di autori dei nostri giorni.

Ad aprire l’incisione sono due brevi lavori, Tela Aida e Anà, del noto cantautore napoletano Enzo Avitabile, celebre esponente non solo della World Music, ma musicista particolarmente apprezzato anche come compositore di musica classica. Entrambi i brani sono dedicati espressamente al duo Lombardi-Viti e sono un’assoluta novità.

A seguire, in scaletta, Baco Sebastiano dell’artista napoletano, naturalizzato milanese, Alessandro Cerino, stimato esponente della Musica Jazz, che ha rivisitato due celebri pagine per flauto di Bach (Minuetto e Badinerie) in una scanzonata e vivace chiave sudamericaneggiante. Ancora, tra i titoli, un suggestivo lavoro, dal titolo “Ci penso ancora”, del compositore palermitano Andrea Ferrante, uno dei maggior esponenti della nuova scena classica internazionale, anch’esso dedicato al duo Lombardi-Viti. A completamento delle nuove pagine, infine, la raffinata e articolata Fantasia N.3 per flauto e chitarra (dedicata sempre al duo Lombardi-Viti) dell’apprezzato chitarrista-compositore napoletano Antonio Grande.

Chiude l’incisione, infine, un ulteriore omaggio al genio cimarosiano, con un’intensa Siciliana (tratta dal Concerto per oboe dell’autore) trascritta per l’occasione dagli stessi Lombardi e Viti. Il concerto è stato organizzato dalla Facoltà di Ingegneria di Aversa, sotto gli auspici del Preside, professor Michele Di Natale, con il patrocinio del Comune di Aversa e la collaborazione dell’Associazione culturale aversana Accademia Mediterraneo Arte & Musica.

Un avvenimento musicale, dunque, di grande rilievo per la Città di Aversa, che va ad impreziosire ulteriormente il già ricco cartellone di eventi natalizi programmati nel centro normanno.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico